venerdì 21 maggio 2010

mag lug 2010

raccolta messaggi storici periodo maggio luglio 2010

219 commenti:

  1. Ciao ragazze e ragazzi!
    Auguro a tutti voi un felicissimo incontro, ricchissimo di gioia e di emozioni grazie anche all'opportunità offerta da questo libro (ciao Claudio) che ha consentito di ritrovarvi, alcuni dopo 40 anni o giù di lì, altri nel rivedersi dopo appena qualche mese.
    Un abbraccio caloroso a tutti!

    RispondiElimina
  2. ciao Marisa deduco che tu non ci sarai...mi dispiace..grazie dell'augurio e renderemo partecipi te a tutti coloro che non possono partecipare all'incontro..un caro saluto ciao

    RispondiElimina
  3. vincenzo dehó21 maggio 2010 19:10

    carissimi tutti, come vi avevo annunciato, non potró essere presente alla scampagnata in quel di Prasomaso ne per mangiare delle buone pizze ne altri piatti prelibati che sicuramente troverete serviti nei ristoranti precedentemente riservati, ne per conoscere personalmente molti di voi. Il viaggio dall'Argentina é stato un po´pesante e prima di toccare il suolo patrio ho dovuto fare uno scalo in Irlanda (mi sarebbe piaciuto farvi una bella sorpresa e portarvi un barile di Birra Guinness) che sebben non é lontana ho degli impegni che mi tratterrano fino il 31 di maggio, (cosí qualcuno tirerá un sospiro di sollievo) pero vi posso assicurare che il prossimo maggio 2011 saró presente.(magari con due barili di birra Guinness)Divertitevi e tu Giorgio non lasciarti prendere dalla tristezza per il silenzio che c'é in questa rubrica. Continua a leggere. Ciao a tutti.
    P.S. Buona sera Marisa, va bene cosí? fammi sapere se sto migliorando e soprattutto se i miei messaggi inviati ultimi sono stati accettati e capiti da tutti. Grazie.

    RispondiElimina
  4. buongiorno a tutti/e scrivo x ringraziare tutti i partecipanti del Prasomaso day x la bella giornata trascorsa insieme e aver conosciuto altri ricoverati tutti molti simpatici.Purtroppo mi e rimasta molta tristezza nel vedere il posto dove ero ricoverato ridotto a quella maniera pensando che monostante la malattia ho passato i 10 anni piu belle della mia vita. Saluto anche tutti/e quelli che non hanno partecipato e spero che alla prossima ci sono tutti . Buona gionata dall anonimo Lorenzo da Cremella

    RispondiElimina
  5. scusate ho bagliato erano dieci mesi piu belli della mia vita passati a PRASO Lorenzo

    RispondiElimina
  6. Prima di tutto devo ringraziare Claudio per l'iniziativa di questi raduni e tutti i suoi collaboratori.Ho passato una giornata meravigliosa e finalmente il periodo di Praso è diventato un momento della mia vita bello, con dei ricordi dolci e teneri quali eravamo noi così giovani.Rivedere dopo tanto tempo che persone siamo diventate oggi.Un saluto a tutti i partecipanti e un augurio a chi non è potuto venire, per vari motivi,che possa farlo la prossima volta.Un bacio a tutti Nicla

    RispondiElimina
  7. grazie Nicla .. ciao e un grazie a tutti.. vorrei segnalare che anche questa volta l'esperienza è stata condivisa e vissuta in maniera molto positiva da tutti i partecipanti. Ho osservato che l'incontro si è svolto in maniera molto spontanea e ha prevalso come sempre il giusto senso di buon umorismo e spontaneità. Il tempo fortunatamente non ha deteriorato e intaccato la forza dei rapporti tra le persone e la sensazione che si è respirato in questi due giorni è stata molto bella e di grande integrità... quindi al 2011 in Friuli...

    RispondiElimina
  8. Un grazie a tutti quanti per le gioiose ore trascorse insieme e un grazie anche a chi ci ha sostenuto da casa.Noto con piacere che ad ogni incontro, oltre ad aumentare di numero, si rafforza anche il sentimento di amicizia che ci lega. Tengo a precisare che io, all'inizio di questa fantastica avventura, non conoscevo praticamente nessuno. Solo l'amico Valerio aveva condiviso con me i giorni di Praso; ma poi, con naturalezza e con una facilità straordinaria, mi son ritrovato a far orgogliosamente parte di un gruppo di persone, che nonostante le distanze riesce a mantenere vivo un bellissimo rapporto di amicizia! Grazie a tutti/e.
    P.S. d'accordissimo per la prossima in Friuli: Roberto se lo merita per la costanza e la tenacia con cui ha cercato e ritrovato i suoi amici di lassù!

    RispondiElimina
  9. Mi sono presa un giorno di riflessione per calmare l'emozione che questi incontri mi procurano, ma ogni volta il dolore del distacco mi avvolge per giorni e mi lascia senza parole. Un abbraccio a tutti e grazie

    RispondiElimina
  10. Ciao a tutti,
    leggendo i vostri messaggi mi sento di condivedere le vostre senzazioni. Le stesse emozioni che ho provato quando ho incontrato Nicla sono proseguite quando ho incontato tutti voi.Ritrovarvi ho rivissuto il periodo passato in quei luoghi un tempo funzionanti,adesso cosi in rovina.Il parlare allegro e divertito,di quel periodo,con tutti gli amici ha lasciato in me una senzazione positiva.Grazie a tutti, spero la prossima volta di trovare altri amici che non sono potuto venire.Saluti Mariangela-

    RispondiElimina
  11. Nel Salutare tutti quanti,mi piace sottolineare, e condividere pienamente, che quanto scritto dalla simpatica Mariangela ovvero "il parlare allegro e divertito di quel periodo" non può che lasciare una specie di sensazione positiva. Per cui saluto sinceramente, semplicemente e in allegria TUTTI. Un Saluto a parte a quella specie di amico di nome Furio (e lui sa perchè l'ho salutato a parte)

    RispondiElimina
  12. Ciao a tutti sono giorgio, anonimo (xche' sempre imbranato)arrivando tra gli ultimi mi e' difficile esprimere qualcosa di nuovo sono d accordo con voi ;la senzazione e' sempre bellissima e veramente uno non puo'credere che siano passati piu' di 40 anni.Ci siamo pure ritrovati a dire anche delle ''cazzate'' come se di anni ne avessimo sempre 16-18 e se vogliamo anche questa e' rutrovarsi veramente.Mi piace ricordare la foto che se non sbaglio aveva Edda dove c'erano lei,Orietta,Nicla,Carmen,Mariangela e Magda( che abbiamo sentito al telefono)avrei voluto suggerirvi di farne un altra nello stesso posto.
    Salutoni a tutti e scusatemi se sono scappato di corsa mi sono sentito un po' stronzo,ma i figli sono '' pezzi e core'

    RispondiElimina
  13. Vi voglio un mondo di bene.Valerio

    RispondiElimina
  14. In nome e per Valerio, che è Straodinariamente Unico : EVVAI PIACENZA (calcio)

    RispondiElimina
  15. Ciao Valerio! Sabato non son salito a salutarti: non volevo disturbare il tuo riposo. Lo faccio ora con un grosso abbraccio! SEI UN GRANDE!!!

    RispondiElimina
  16. saluto tutti (provo a postare) franco

    RispondiElimina
  17. Buongiorno a tutte le ragazze e i ragazzi. Sono veramente contenta di leggere la vostra gioia e felicità nel ritrovarvi,in piccola parte l'ho provato anch'io al primo e indimenticabile incontro. E' gradevolissimo leggere i vostri commenti, anche se non c'ero mi sento comunque partecipe.
    Un abbraccio a tutti.

    RispondiElimina
  18. Ciao ,io ringrazio tutti per questi incontri che periodicamente abbiamo,quando si arriva si è sempre un pò titubanti in quanto si abbandona la propria cuccia.Ma quando si riparte un senso di vuoto e di nostalgia ti assale il giorno dopo,eppure per quel che mi riguarda è solo la seconda volta che mi ritrovo con voi,per questo sono sempre più convinto che siete e siamo unici.Salute permettendo sarò sempre presente ai nostri incontri.Ringrazio MIRCO e AMBROGIO per gli apprezzamenti che per un motivo e per un altro mi sono nel cuore,e ringrazio tanto ALFREDO e consorte (purtroppo non mi viene il nome) che mi che mi hanno supportato durante il nostro incontro,spero di incontrare qualcuno di voi prima del viaggio in friuli TRA UN ANNO E MEZZO.Abbraccio tutti .VALERIO

    RispondiElimina
  19. ciao Valerio, anche io provo il senso di vuoto e nostalgia dopo i nostri incontri, se fosse per me li farei ogni mese.Anche da parte di Mirco ti invito a casa nostra ogni volta che vorrai e potrai, e troverai anche altri amici ad aspettarti.

    RispondiElimina
  20. Buongiorno a tutti/e, ieri sera,dopo tre lunghi anni di "assenza forzata",con l'amicone Lorenzo son finalmente tornato ad un concerto dei miei amati Nomadi.Ed è stato bello constatare che la fusione tra il pubblico e quelle belle e semplici sei persone sul palco è ancora la stessa che avevo temporaneamente lasciato. Ad un certo punto della serata, c'è stato anche un breve collegamento in diretta con i coniugi Lameroli in quel di Zena. Purtroppo, la richiesta musicale dell'uomo di casa, non ha potuto essere esaudita per problemi tecnici.I Nomadi, dicendosi dispiaciuti, cercheranno in tutti i modi di soddisfare la sua richiesta.Un abbraccio

    RispondiElimina
  21. Sono passati 8 giorni da quando ci siamo visti e dentro sono ancora piena di gioia per l'abbraccio scambiato,le ore trascorse assieme non sono state tante e avrei voluto fare 1000 domande che sono rimaste in sospeso, ma penso che adesso che ci siamo ritrovati non sono più importanti le risposte ma solo la gioia di aver ritrovato degli amici e continuare a sentirci e a vederci.Un abbraccio forte Nicla

    RispondiElimina
  22. Ciao sono qui con Mariangela abbiamo appena finito di parlare con Roby e abbiamo pensato di mandare un caloroso saluto a tutti, ma un abbraccio e un saluto particolare a Claudio.Baci Nicla e Mariangela

    RispondiElimina
  23. Ciao a tutti ,mi spiace di non esserci stato al 22 maggio,so che sono momenti bellissimi e che tuttora ho vivo il ricordo dell'incontro dell'anno precedente, continuo a leggervi sempre ma noto che ancora nel sito non trovo immagini del ritrovo appena fatto,spero che fate un bell'album e se possibile mettere i nomi nelle foto,ho visto qualcosa su fb in bacheca ma alcuni proprio non li riconoscevo.Grazie.Ciao a tutti. ENZO COMO

    RispondiElimina
  24. Siccome non ho "nulla da fare" ,stasera dò "due" numeri
    che ho ricavato contando chi ha effettivamente scritto almeno una volta nel sito e naturalmente ha avuto la "disavventura" della frequentazione in quel di Praso.
    Apri..lista : Ambrogio nel 2006 (1)
    seguono:Alfredo,Fiorenza,Ferruccio,Mirco,Dante nel 2007 (5)
    Vincenzo Deho,Renzo,Bergami Ezio,Agostino,Patrizia,Regolo,Ivano,Roberto,Lidio nel 2008 (10)
    Marisa,Enzo di Como,Giorgio,Anna,Furio,Franco,Lorenzo Cattaneo,Mauro,Ida,Luigi,Valerio,Carmen,Sandro,Nelly,Orietta,Bianca,Leo,Mariangela,Enzo 2,Beniamino nel 2009 (20)
    Totale n. 36 "autori",che è comunque un ottimo successo, alcuni dei quali ahimè "...lampi sul silenzio così vasto del mare...."

    Ciao a tutti

    p.s. dovrebbe esserci,purtroppo,ancora una discreta potenzialità per new entry in special modo per i primi anni '60,per quanto riguarda l'ultimo periodo la percentuale mi sembra più che buona

    RispondiElimina
  25. Caro Renzo e cari tutti/e effettivamente il 2009 è stato l'anno più prolifico in fatto di nuove entrate.Questo per merito anche della famigerata ""banda Tomat" che si è ricostituita dopo quarant'anni e che ancora è pronta, a quanto sento e con l'aggiunta di altri "mariuoli", a combinarne ancora delle belle!
    Intanto però vorrei far notare che pur essendo 36 il numero degli "autori"( anzi 38 con Edda e Nicla)il blog non dice da un po'. Anche del museo, dopo l'entusiasmo iniziale non si parla più! (Mirco, finchè non vedrò la foto della buca del biliardo, sappi che ti farò un mazzetto niente male!)E' vero che tra Facebook, skipe, e blog personali, ci si perde un po': però non dimentichiamoci della nostra prima casa!
    Un salutone a tutti/e Ambrogio

    RispondiElimina
  26. Ciao a tutti! Ambro lo sai cosa è successo? qualcuno ha messo in ridicolo la spontaneità dei nostri sentimenti e, piano piano, ci siamo trovati in imbarazzo, almeno così è successo a me.E io il censore l'ho in casa. Un abbraccio a tutti

    RispondiElimina
  27. Ma CIAO ragazze/i!!! Scusate se da alcuni giorni non scrivo ma sono alle prese con tanti lavoretti, anche pesanti (terrazzo) e altre cosette varie che mi interessano. Cara Geo,non credo sia possibile mettere in ridicolo i vostri sentimenti:DIMMI SUBITO CHI E' STATO CHE MO' LO SISTEMO.
    Allora.. sono d'accordo con Ambrogio quando iniziamo a mettere qualcosina nel nostro angolino dei ricordi?
    Ho visto alcune foto dell'incontro su FB ma non tutti sono iscritti.
    Ciao Renzo, non sono riuscita ad accedere al tuo penultimo scritto sul tuo blog chissà cos'ho combinato!
    Saluto e mando a tutti un grandissimo abbraccio (anche a Dante altrimenti mi insegue su FB scherzo caro Dante)

    RispondiElimina
  28. Ciao Ambrogio.
    In merito a quanto hai detto, credo che la risposta l'abbia già data tu stesso .
    Infatti, se in questo sito si scrive di meno (sito che resta comunque sempre un importante riferimento), si deve appunto alla forte crescita dell'uso di FB, Skipe, altro.
    Non è vero, ovviamente, che qualcuno abbia ridicolizzato ciò che viene scritto. Al massimo si avvertivano (anche da parte mia) delle perplessità sull'enfasi di certe manifestazioni.Credo di avere il diritto ad avere delle perplessità su un qualcosa o su un concetto. Ma tutto fiisce con il rispondere la propria opinione e null'altro. tutto finisce lì. In un forum, come si sa, ognuno ha le proprie idee , debolezze, sensibilità.
    ciao e un salutone a tutti quanti.

    RispondiElimina
  29. Care amiche e cari amici un saluto a tutti... vorrei fermarmi un attimo sull'argomento sollevato da Ambrogio preoccupato sulla apparente scarsa partecipazione dei commenti sul BLOG di Prasomaso.
    Non è la quantità dei messaggi che conta ma la qualità dei contenuti e sopratutto la libertà che ciascuno dei visitatori deve sempre cogliere e quindi decidere se mettere un proprio messaggio piuttosto che leggere quelli che ci sono senza commentare.
    Lo strumento esiste è li nessuno lo tocca e ciascuno ne faccia l'uso che meglio desidera, molti messaggi si muovono anche in forma bilaterale tra le persone e questa è una cosa molto buona e conferma che le relazioni si vanno consolidando.
    Il museo Ambrogio come altre idee che vengono proposte sono tutte belle però diamogli il tempo di concretizzarsi, non deve prevalere la fretta e nemmeno il pessimismo perchè le cose valide non succedono subito...una cosa che si pò dichiarare con certezza è che il numero 38 è un numero molto importante e dimostra che qualcosa sta funzionando sul serio considerando che altrettanti probabilmente vedono e leggono i messaggi partecipando senza esporsi alla vita del BLOG.
    L'obiettivo principale del prasomaso.it era ed è far ritrovare persone che hanno condiviso una esperienza forte a distanza di decenni e non l'utilizzo del BLOG. L'obiettivo è stato ampiamente raggiunto, chiunque digita prasomaso su google o su altri motori di ricerca, in pole position trova il nostro sito di prasomaso con dentro molte cose. L'utilizzo del BLOG è un opzione un dettaglio una virgola...
    Gli incontri con la grande partecipazione iniziati nella primavera del 2009 poi autunno a Genova e quest'anno ancora a Prasomaso sono la conferma che non solo l'iniziativa funziona ma si consolida in maniera costruttiva e positiva.
    FB skype a altro come accenna Mirco sono strumenti di comunicazione con delle funzioni ben precise, ma non tolgono nulla alla nostra iniziativa.
    Io propongo a chi lo desidera, cosa già fatta anche in altre occasioni, di acqusire un pizzico di competenze sulla gestione del BLOG e del sito di prasomaso, è molto semplice credetemi, in modo da rendere la gestione allargata a più persone e quindi arricchirlo di contenuti.
    Saluti

    RispondiElimina
  30. Ed ecco che ancora rivesto i panni del pessimista della banda!Il mio era comunque solo un sasso gettato nello stagno per smuovere un po' le acque che ogni tanto tendono ad intorbidirsi! Se è vero che la conta è di trentotto amici, è anche vero che le "penne" gira e rigira son sempre le stesse.Perciò, quello a cui aspiro maggiormente è riuscire finalmente a leggere costantemente qualcosa di tutti quanti, e magari anche qualcosina di quelli che ci leggono soltanto.Ho l'impressione anche che alcuni, pur entrando regolarmente nel blog, hanno difficoltà nel lasciare un messaggio.Allora qui, carissimo Claudio, non sarebbe magari utile venire incontro a questi inconvenienti con due righe d'aiuto magari all'inizio o alla fine del blog?
    Infine, voglio ricordare che l'inserzione su "Famiglia Cristiana" a quanto pare va per le lunghe e allora bisognerà pazientare ancora un po'. Però, mi è gradito segnalarvi l'ultimo numero (23),che, tra gli altri servizi più o meno condivisibili, riporta a pag.7 nell'articolo "angolo della speranza" una testimonianza di vita su cui vale proprio la pena di fermarci a riflettere un po'.(Indipendendemente da ogni credo religioso, è una lezione che può dare qualcosa a tutti noi!).Un caro saluto a tutti quanti.

    RispondiElimina
  31. caro Ambro..tu non passi per pessimista tu sei pessimista..SCHERZO!!!

    probabilmente non mi sono spiegato bene, coloro che visitano il BLOG senza lasciare alcun messaggio non lo dicevo per una questione tecnica o di difficoltà operativa, ma per una questione di riservatezza assolutamente rispettabile.
    Ciao a presto

    RispondiElimina
  32. E' estate,la grande bella stagione che porta caldo ma anche il buonumore. Se me lo permettete vorrei condividere con voi un ricordo di tante stagioni fà,il sito di Praso è anche questo...Quando avevo il cuore piccolo e mia zia mi portava al mare ,attraversare la spiaggia di Sori di per sé già così grande pareva un'avventura. Il sole ancora basso riflesso su un mare piatto come una lavagna batteva sugli occhi e quasi ti accecava. I costumi quasi tutti rigorosamente neri era molto castigati e non asciugavano mai .Gli scogli coperti di muschio verde parevano aiuole posate sul mare,la sera dopo una giornata marina arrivare a casa su in collina era un'impresa. Il sale in viso tirava la pelle ,le spalle bruciavano e dopo un bagno nella solita conca,la zia spaccava un pomodoro in due e lo passava sulla pelle arsa ed era un vero sollievo. Mi ricordo anche l'odiata minestrina con le uova ,poi sfinito mi addormentavo sul tavolo mentre si spegneva in mare l'ultima ora del giorno.

    Ciao a tutti

    RispondiElimina
  33. Ciao a tutti,Renzo visto che parli dei tuoi ricordi del mare voglio dire a a te e agli altri amici che domani sarò a Genova in visita guidata alla città, dopodichè andremo ad Arenzano.Spero di poter passare una bella giornata di sole e di mare. Un caro saluto a tutti Mariangela

    RispondiElimina
  34. Ciao Mariangela io sarò a Milano l'11 prossimo, spero di vederti. Saluti a tutti

    RispondiElimina
  35. Un caro saluto a Mariangela ed a tutti gli amici.Propongo una torta virtuale con 50 candeline per il 50^ "visitatore" del sito associata ad un premio speciale da definire.Fatevi venire un'idea.

    ciao

    RispondiElimina
  36. buongiorno a tutti. Ciao Claudio ciao Ambrogetto.
    Secondo me tutti e due avete delle ragioni. la verità come al solito è a metà. Effettivamente se è vero che l'importante è scrivere cose decenti nel sito, è anche vero che a scrivere sono sempre quei 4 o 5..più gli altri ma saltuariamente.
    Io proporrei subito di inserire le foto dell'incontro oramai archiviato ma ancora da scoprirte per alcuni.Non ho capito (come spersso mi accade) chi deve inserire le foto nel sito. Detto ciò, però, è anche necessario che CHIUNQUE abbia fatto foto lassù (o filmati anche brevi) deve perdere un po' di tempo e trasmetterle al Claudio (o dobbiamo farlo noi?)
    ancora un saluto e intanto rimpinguiamo con foto ..il sito che ahimè...piange da questo punto di vista(ricordo foto di cilloni, ambrogio e molti altri)

    RispondiElimina
  37. caro Mirco
    come ricorderai il cambiamento del sito di prasomaso aveva e ha lo scopo di distribuire i compiti e consentire a più persone di collaborare alla gestione, l'epoca della mia esclusiva è finita. Tu in una opportunità mi avevi dichiarato apertamente che non desideratìvi essere amministratore e quindi non lo sei però Geo lo è quindi se hai delle foto che ritieni di pubblicare semplicemente girale a lei...se poi vuoi tornare attore diretto nella gestione dei contenuti, cosa auspicabile e gradita ti abilito di immediato...
    saluti

    RispondiElimina
  38. ciao a tutti, nella galleria fotografica - immagini 2010 troverete alcune foto del raduno di maggio a Praso, ne mancano ancora di quelle fatte da Mirco, le metterò in seguito, se volete inviarmi le vostre foto, provvederò a inserirle. Mandatemi pure tutto il materiale, faremo un album bellissimo insieme.

    RispondiElimina
  39. bravissima Gerosa!!!!!! ottimo lavoro grazie

    RispondiElimina
  40. ciao a tutti/e finalmente sono riuscito a vedere le foto del grande raduno che abbiamo fatto a Praso grazie Geo sei grande buona serata a tutti/e

    RispondiElimina
  41. scusate come al solito mi sono dimenticato di firmare anonimo lorenzo cattaneo

    RispondiElimina
  42. Grazie Lorenzo, ho un buon maestro!
    mandami in qualche modo le tue foto, so che ne hai fatte.e dillo anche a Mauro. Saluti a tutti!
    Niki, Mari vi chiamo domani sul cell.

    RispondiElimina
  43. ciao Geo purtroppo di foto non le ho fatto xche ho dimenticato la macchina fotografica a casa ciao da Lorenzo

    RispondiElimina
  44. se ben ricordo "il sig. Tomat" ha fatto delle foto. Ricordo la sua macchinetta..Tomat?? dai manda anche le tue- Proprioo tu fai finta di niente? dai!! "Pedala" con le tue foto verso il sito...saluti(asnche altri hanno fatto qualche foto. Carmen??Liviana??AMBROGIO????

    RispondiElimina
  45. Ciao Mirco e ciao a tutti/e: Ho fatto solo qualche foto, ma niente di diverso da quanto già inserito da Orietta.Forse ne ho una o due che potrebbero andare e le invierò a Geo.

    RispondiElimina
  46. Ciao ragazzi sono Giorgio scusate il mio silenzio, ma sono stato in vacanza x un po'(addirittura senza moglie e figli).Leggendo naturalmente tutti i messaggi dei giorni passati; ho notato che tutti ci rendiamo conto che gli 'scambi' non sono piu' numerosi come in passato.Sono d accordo e' un peccato ma e' una cosa normale ,io stesso non sono spesso ispirato ma state pur certi che almeno due volte al giorno una sbirciata al sito x sapere cosa succede la do,ormai fa' parte di me come do voi e questa e' la cosa principale.Continuamo a lavorare x trovare altri vecchi amici questo si perche' certamente si puo' incrementare il numero.Belle le foto complimenti ai fotografi ;certo che una con le cinque ragazze di oggi nello stesso posto dove l avevata fatta in sei trent anni fa potevate anche farla (la sesta l abbiamo sentita al phono) un abbraccio

    RispondiElimina
  47. vincenzo dehò9 giugno 2010 21:14

    Dopo aver letto tutti i commenti e le variazioni dell'incontro del 22052010 non mi resta altro che inviarvi queste poche righe per dimostrarvi che la essenza del raduno non è cambiata però noi si, equello che a una certa età ti sembrava affascinante con il trascorrere degli anni ti lascia indifferente.
    PREGHIERA A DIO

    Non è più dunque agli uomini che mi rivolgo; ma a te, Dio di tutti gli esseri, di tutti i mondi, di tutti i tempi:
    se è lecito che delle deboli creature, perse nell'immensità e impercettibili al resto dell'universo, osino domandare qualche cosa a te, che tutto hai donato,
    a te, i cui decreti sono e immutabili e eterni, degnati di guardare con misericordia gli errori che derivano dalla nostra natura.
    Fa' sì che questi errori non generino la nostra sventura.
    Tu non ci hai donato un cuore per odiarci l'un l'altro, né delle mani per sgozzarci a vicenda;
    fa' che noi ci aiutiamo vicendevolmente a sopportare il fardello di una vita penosa e passeggera. Fa' sì che le piccole differenze tra i vestiti che coprono i nostri deboli corpi,
    tra tutte le nostre lingue inadeguate, tra tutte le nostre usanze ridicole,
    tra tutte le nostre leggi imperfette, tra tutte le nostre opinioni insensate,
    tra tutte le nostre convinzioni così diseguali ai nostri occhi e così uguali davanti a te,
    insomma che tutte queste piccole sfumature che distinguono gli atomi chiamati "uomini" non siano altrettanti segnali di odio e di persecuzione.
    Fa' in modo che coloro che accendono ceri in pieno giorno per celebrarti sopportino coloro che si accontentano della luce del tuo sole;
    che coloro che coprono i loro abiti di una tela bianca per dire che bisogna amarti, non detestino coloro che dicono la stessa cosa sotto un mantello di lana nera;
    che sia uguale adorarti in un gergo nato da una lingua morta o in uno più nuovo.
    Fa' che coloro il cui abito è tinto in rosso o in violetto, che dominano su una piccola parte di un piccolo mucchio di fango di questo mondo,
    e che posseggono qualche frammento arrotondato di un certo metallo, gioiscano senza inorgoglirsi di ciò che essi chiamano "grandezza" e "ricchezza",
    e che gli altri li guardino senza invidia: perché tu sai che in queste cose vane non c'è nulla da invidiare, niente di cui inorgoglirsi.
    Possano tutti gli uomini ricordarsi che sono fratelli!
    Abbiano in orrore la tirannia esercitata sulle anime,
    come odiano il brigantaggio che strappa con la forza il frutto del lavoro e dell'attività pacifica!
    Se sono inevitabili i flagelli della guerra, non odiamoci, non laceriamoci gli uni con gli altri nei periodi di pace,
    ed impieghiamo il breve istante della nostra esistenza per benedire insieme in mille lingue diverse,
    dal Siam alla California, la tua bontà che ci ha donato questo istante.
    Un caro saluto a tutti e arrivederci nel prossimo commento.

    RispondiElimina
  48. Cari Ambrogi,
    Tanto per cambiare un po' ditemi il titolo , se ne avete voglia, di questa canzone - cover:

    C'è chi fa le navi
    e chi le affonderà,
    c'è chi scrive musica
    e chi la copierà,
    c'è chi pensa ai soldi e chi
    pensa ai fatti suoi.
    .........................che Titulo ha?

    RispondiElimina
  49. Dehò Vincenzo10 giugno 2010 18:53

    buon giorno Mirco, non ricordo bene l'anno però il titolo della canzone-cover (bellissima) che hai messo sul libro "ex di Prasomaso" se non mi sbaglio in inglese è Mighty Quinn (Mogol- B. Dylan) in italiano è L'esquimese di Dik Dik, anche se tutti si siano ispirati in Carlo Alberto Salustri (Trilussa)e lui (Trilussa) nel Trattato sulla tolleranza di Voltaire. Una poesia simpatica del grande Trilussa (dato che di Voltaire ho gia messo Preghiera a Dio) è L'UCCELLETTO anche se la versione un po diversa ma sempre simpatica è quella di Andrea Bocelli, adesso che si avvicina il mese di Agosto puoi leggerla, se non la trovi avvisami e con molto piacere la metterò sul libro. Allegria, allegria, diceva Mike Bongiorno.
    !!Come mi sarebbe piaciuto essere presente all'ultimo incontro degli "ex" ti prometto che non mancherò per il prossimo. Un caro saluto per tutti,

    RispondiElimina
  50. Carissimi, rileggendo gli ultimi messaggi, riprendo la proposta di Renzo (sempre interessanti e piacevoli i suoi racconti) del 6 giugno. Mi sembra interessante, e sopratutto di buon auspicio festeggiare il 50^ visitatore. Ora siamo a 38 mi pare, ma non siamo nuovi ad improvvise impennate, per cui, una volta tanto sono ottimista e son certo che presto ci arriveremo al fatidico numero.Un possibile regalo, potrebbe essere, simbolicamente, uno dei tanti oggetti che si facevano lassù per passare il tempo; sempre se qualcuno si ricorda come fare.Poi, magari, potremmo farci un regalo a noi stessi(se arriveremo a 50 sarà in fondo anche per merito nostro!)Forse sto sparandola grossa, però la voglio buttare lo stesso: vorrei proporre, in due parole, di portare sulla carta ciò che ora leggiamo nel sito.Un libretto, dove riportare la nascita dei sanatori,le testimonianze di chi ci ha lavorato, e naturalmente le nostre.Il tutto completato con alcune significative foto.E' vero che oggi succede il contrario e la carta è sempre più sostituita dal computer, però ogni tanto val la pena di andare controcorrente.Naturalmente non ho la minima idea di quanto possa costare un lavoro del genere e quindi non so se sarà sostenibile e realizzabile. Comunque se la cosa piace se ne può discutere! Buona serata a tutti/e

    RispondiElimina
  51. Ciao a tutti, sono in casa di Fiorenza con Nicla e Mariangela e stiamo pettegolando su di voi tutti.
    Nicla ha proposto di fare una graduatoria dei maschi, quando sarà completata la pubblicheremo.
    Mariangela propone un premio per il vincitore e il premio sarà......sorpresa!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  52. dehò vincenzo12 giugno 2010 22:08

    Buonasera a tutti, la partita tra Argentina e Nigeria, è finita, come corrisponde con la vittoria dei sudamericani.
    Anche se oggi piove e fa freddo, i festeggiamenti continueranno per le strade di Buenos Aires e non finiranno prima di mezzanotte per riprendere con tutta l'euforia la prossima settimana per le strade, negli uffici, nei negozi, nei bar, sugli autobus in metro, in tutti i posti dove si possa festeggiare e ci siano più di una persona. Non voglio dilungarmi con questi commenti,(spero fare altrettanto quando giocherà l'Italia) era solo per darvi una primizia che sicuramente già sapete e domani la potrete leggere sui giornali. A proposito di leggere, buona l'idea di Ambrogio per editare un libro dove ci saranno foto, testimonianze e tante altre cose. Però (e questa è una idea mia che con piacere metto a vostra disposizione, gratis) il libro, dovrebbe essere accompagnato da un CD (come si usa fare in questi ultimi anni) con musiche originali che faranno da sottofondo a una presentazione e spiegazione di tutto quello che si è fatto fin'ora. Ci sono tra gli "EX" varii, musicisti, storiografi e poeti, che sicuramente sapranno mettere in movimento anche questa esperienza. Ci mancherebbe solo un buon disegnatore grafico che sarà l'incaricato della parte artistica per dar forma al libro. Come vedi caro Ambrogio non bisogna spaventarsi per tanta tecnologia messa a nostra disposizione, e nemmeno andare controcorrente anzi, ogni tanto val la pena lasciarsi trasportare. Tu dirai: e il costo di tutto questo? Non preoccuparti, siamo in 38 con la speranza di arrivare presto a 50, quindi si dividerebbe tutto in parti uguali. No?
    Prima di partecipare alla "graduatoria dei maschi" mi piacerebbe sapere che parametri e in base a che cosa, le quattro Signore riunite comodamente in casa di Fiorenza, hanno scelto per questo disonesto, duro e faticoso lavoro.

    RispondiElimina
  53. Visto? Basta che quattro donne (pur simpaticissime e ricche di idee strambe) si ritrovino assieme e zac.....noi poveretti indifesi messi in riga! Dovrebbero proibire certi mini raduni!!!.
    A Vincenzo, vorrei specificare che la mia proposta di portare il tutto in un libretto, è nata anche e sopratutto per tornare ad assaporare pienamente il gusto di leggere qualcosa su carta stampata lontano per una volta dalle moderne tecnologie: tornare quindi a voltare le pagine magari inumidendo l'indice, dopo tanto "cliccare" sul mause!.Un abbraccio a tutti/e!.

    RispondiElimina
  54. ciao sono Fiorenza volevo ringraziare tutti i maschietti che carinamente hanno voluto prestarsi a questo gioco inviandoci le loro foto per la graduatoria, pero' manca solo la tua foto Vincenzo Deho' !!!!!!!!!!!! dai se vuoi partecipare anche tu (noi non vogliamo escludere dessuno !!!!!!!!!!!!!) mandaci una foto !!!!!!!!
    con un sorrivo e un bacio ....un saluto a tutti voi

    RispondiElimina
  55. con un sorriso..................

    RispondiElimina
  56. Dehò Vincenzo14 giugno 2010 17:01

    Gentilissime signore, sorgente di luci coerenti, a chi non piacerebbe attirare le vostre simpatie, adularvi e soprattutto tollerarvi.
    Ma con questa misura coercitiva e per nulla coesiva presa estemporaneamente tra pettegolezzo e pettegolezzo, tra un caffè e un biscottino, come quella d'inviarvi una fotografia, mi chiedo; quanti dovranno abbandonare o essere eliminati e rimanere fuori concorso? (se così lo possiamo chiamare)
    Non vi bastano tutti i commenti, le idee pubblicati (alcuni censurati) gli incontri, le telefonate, le mie mail lasciate senza risposta, etc.etc. per fare una classifica?
    E poi, per le foto ricevute, chi ci assicurerà che le stesse non saranno state o verranno ritoccate (photoshop) e non saranno aggiornate, prima del loro invio? dovranno essere di fronte o di profilo? destro o sinistro? con fondo chiaro o blu ? in bianco e nero oppure a colori, con sorriso stereotipato oppure serio come nel passaporto? chissà un primo piano oppure con lo sfondo di un monumento, della città, della pampa, marino o con montagne di cime nevose? Vestiti di sport o con giacca e cravatta?
    In qualsiasi modo, non voglio sottomettermi e prendere parte di questa gara, il motivo? semplicemente per non "rubare" e portarmi a casa il trofeo maggiore (che neppure sappiamo in che consiste, questo è il bello del concorso) e lasciarvi tutte a bocca aperta, però, la carne è debole, e sicuramente mi lascerò convincere presto o tardi dalle vostre lusinghe.
    Vi voglio vedere tutti appiccicati alla TV (come del resto lo farò io) per "tifare" ai nostri undici gladiatori(?) affinchè possano brillare in questo "Mondiale" e logicamente vincere questa sera al Paraguay.
    Un caro saluto per tutti.

    RispondiElimina
  57. Scusate un attimo: vorrei dire gentilmente una cosina semplice semplice al nostro "sudamericano" italiano:
    "La mandi questa belin di foto che ti viene cortesemente chiesta? mandala a sfondo grigio o nero o birulò MA mandala" !
    Ciao a tutti/e.FuriocilonitomatClaudioAmbrogio ecc ecc
    PS
    Ma perchè Lippi&C continuano a giocare con un uomo in meno? ovvero con Gilardino in campo?ma per quale motivo non si fa giocare Permanentemente Pepe e Di Natale?

    RispondiElimina
  58. vincenzo dehò15 giugno 2010 17:21

    Buon giorno Mirco, cos'è successo, che leggo tanto presto, sui "commenti", la tua rabbietta per il magro risultato della Nazionale? Non preoccuparti del giusto pareggio che ci stà molto bene con il Paraguay. Qui, tutti dicono che l'Italia ha giocato bene, quasi, meglio della Germania. Quindi, non castigare molto al povero Lippi. E poi, io vi avevo avvisati, vi volevo tutti appiccicati alla TV, senza quelle abbondanti porzioni di SARDENAIRA annaffiate con il fresco Bianchetto Genovese mentre gli altri correvano sotto un diluvio.
    Entrando nel tuo blog, (Scovare il bandolo dalla Musica) noto che anche con la musica sei un po`arrabbiato e questo è un buon sintomo. Picasso diceva, che un pittore non si alza al mattino, si stira e dopo la prima colazione dice: oggi voglio dipingere un'opera d'arte. Ma tutti i giorni dovrà fare anche senza l'ispirazione un bozzetto, uno scarabocchio, fin quando "scoverà il badolo dalla musica" sarà così anche per un cantautore?(c'è una serie di disegni al tratto di un toro, e li si può vedere come Picasso l'ha stilizzato per farne uscire un'opera d'arte). E poi per ispirarti, avete quella bellissima canzone in dialetto (e tante altre) che anche Mina l'ha voluta cantare. Io l'ho sentita un po' di anni fa,"ma se ghe pensu" pur non essendo genovese m'è piaciuta moltissimo, (sara per la lontananza, per la malinconia, per la tristezza di quello che si lascia? non lo sò) E i gruppi di Trallalero?
    Per la foto, non ti preoccupare, se tu rileggi il mio commento vedrai che è indirizzato alle "quattro signore" che gentilmente chiedo un supplemento di lusinghe , e poi non sono "sudamericano" dato che, in tanti anni di permanenza non sono riuscito penetrare nella loro idiosincrasia. Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  59. Ciao Vincenzo Dehò, ti scrivo io a nome della "banda delle 4".
    Il goal segnato dall’Italia ci ha fatto pensare a te, laggiù nella Pampa sconfinata, “bandolero stanco dal cuore infranto” e all’unanimità abbiamo deciso di assegnare a te il prestigioso premio soprattutto per questi motivi:
    1) Le tue poetiche espressioni nei ns confronti. 2) la poca sportività dimostrata dagli altri pretendenti che , come da te sospettato, hanno inviato nella totalità assoluta foto sfacciatamente elaborate.
    3) Perché visto che prima o poi dovrai soccombere alle nostre lusinghe, meglio che lo faccia subito e non se ne parla più.
    Il premio non abbiamo ancora deciso cosa sarà: te lo comunicheremo appena possibile.
    Un saluto dalla banda

    RispondiElimina
  60. Ciao a tutti, non trovavo il tasto per scrivere non me lo ricordavo più, e ogni volta che mi collegavo con Praso non riucivo, così mi sono perso le discussioni, dal 21,05.ca, mi spiace di non aver potuto essere tra di voi il 21/5, ho visto tutte le foto, e siete tutti gioiosi nei vostri sorrisi spensierati, qui a Torino non mi ricordo di ever visto il sole in questi giorni, " sempre piove " speriamo finisca presto !!!

    RispondiElimina
  61. ciao Lidio, ti sei letto tutti i messaggi? Peccato, non hai potuto partecipare al concorso, ma ti daremo il premio speciale.Un caro saluto a tutti

    RispondiElimina
  62. Caro Geo, non è giusto darmi un premio, dipende quale primio ???, dopo questa tampa che mi sono fatto con il sito di Praso !!!.

    Salutoni a tutti, in particolare a Marisa e Ambrogio, e Fiorenza.

    RispondiElimina
  63. Finalmente, sono riuscito a leggere tutte le mail che mi sono perso nel sito, tutti gli scritti mi sono piaciuti, meno quelli di Vincenzo Deho, scusami ma devo essere sincero con te, prima di tutto non sappiamo quasi niente di te sappiamo che vivi a Buenos Aires, Città che sento di amare anche perchè dei miei avi con il Cognome "VEZZALI" hanno passato l'Oceano in cerca di miglior vita e fortuna, e non vediamo nessuna tua foto.
    Come vedendo il tuo modo di scrivere, chiamerai sempliciotti i PERSONAGGI come il sottoscritto, io sono il più anziano del gruppo, ho passato un lustro in Sanatorio, Umberto 1° ho passato tutta la seconda guerra mondilale, al mio ritorno la scuola alla mia epoca e al mio paese 600 anime, era tanto se si frequentava le 5° Elementare, la maggior parte di noi del sito, sono più giovani e la scuole erano obbligatorie le medie.
    Quello che voglio dirti, di scrivere in modo semplice, di non andare a cercare delle frasi difficili per fare capire delle parole molto semplici indicando poeti e vari scrittori, di cui quasi tutti noi non siamo abituati a leggere, spesso nomini anche il nome di Dio invano, "beati gli ultimi che saranno i primi"
    " beati gli umuli che vedranno Dio"
    Ti invito pertanto a essere più umile e farci capire il motivo perchè scrivi in modo cercando di farci capire che tu sei a tutti noi superiore, di intelligenza e scittura.
    Penso di averti fatto capire che noi siamo gente semplice.
    Farò degli errori di ortografia, e di impaginazione, ma scusami tanto ho fatto solo la 5° Elementare, e ho imparato ad usare il pc a 68° anni con un corso accelerato gratuito naturalmente, al Municipio di Torino.
    Un cordiale saluto a tutti.

    RispondiElimina
  64. Complimenti al vicitore! Anzi ai vincitori, visto che anche il nostro Lidio ha avuto il suo premio speciale! Pur accettando la bruciante sconfitta, mi permettano però le gentil donzelle della "banda dei quattro", di non essere mica tanto daccordo che le foto nostre siano state taroccate: NOI SIAMO BELLI COSI! Di più non si può, nemmeno col photoshop! A parte naturalmente qualche capello in meno compensato però da un po' di panza in più!
    Mirco: sei tu o Furio quello sul Kart?(mi serve un pilota!). Un salutone a tutti/e

    RispondiElimina
  65. vincenzo dehò17 giugno 2010 04:29

    Buon giorno Lidio, hai ragione, prima di risponderti mi sono affrettato nel cercare sulla guida telefonica di Buenos Aires (la città che dici "sento di amare") quanti VEZZALI potevo incontrare. Effettivamente, esiste uno, (sarà forse l'ultimo tuo parente rimasto in Argentina?) abita in Av. Gral Paz 1106 - tel. 47030793. Ho provato chiamare ripetute volte, mà, il telefono squilla e non risponde nessuno, tutto tace. Riproverò.
    La tua aspra critica sul mio modo e forma di scrivere, supera tutti gli sforzi necessari,che ho fatto in questi anni per mantenermi aggiornato con la mia lingua madre, e non perdere quel poco che so d'italiano che purtroppo è una lingua che si parla solo in Italia, in altri paesi si parlucchia, mentre lo spagnololo lo puoi sentir parlare in europa, africa, in americadel sud, (meno nel brasile) in messico, EE.UU, ed è il primo idioma (dopo il cinese), più parlato sul pianeta. Però io vivo qui da 43 anni e il Castellano devo parlarlo, scrivere, leggere, se non in forma irreprensibile, diciamo quasi corretto.
    Anche se alcune volte mi scappa qualche frase o parola similare allo spagnolo, non credo di mettere in mostra la mia superiorità. E poi: superiore a chi? e per che cosa? Forse credi, perchè ogni tanto scrivo in questo libro degli ospiti, scrivo per farmi lo sbruffone? oppure perchè sono èbbro? Mi sembra che più di uno degli ex prasomaso, ha perso la tolleranza verso il prossimo, e lasciamo che sia il Padre Eterno quello che giudicherà e che ci metterà alla sua destra oppure alla sua sinistra.Se non hai ancora eliminata la "Preghiera a Dio", rileggila. Per il momento io mi voglio divertire con le parole, loro, sono tutte li che ci aspettano, io non invento niente, le prendo le metto insieme, cerco di darle una forma senza offendere nessuno e... il gioco è fatto. Per questo, se vieni a Buenos Aires, mi troverai spesso e volentieri in biblioteca (qui a BS AS l'entrata è libera e gratuita )o in qualche libreria o sulle bancarelle, comprando qualche buon libro. Forse per te sarà un peccato, per questo, tanta critica che in alcune frasi raggiungi il parossismo.
    Ti posso assicurare che anch'io vorrei scrivere come scrive Renzo, con tante belle sfumature vibranti (anzi gli ho inviato le mie felicitazioni per un suo racconto,cercando di esprimermi correttamente e non mi ha risposto) oppure suonare la chitarra come la suona Mirco, e scrivere quello che scrive nel suo blogg. E se non sono capace, non per questo mi dedico a lapidarli.
    Oppure sarai per caso arrabbiato perchè ho vinto il primo premio che la simpatica "banda delle4" che non conosco personalmente, mi ha assegnato senza nemmeno vedere una mia fotografia, e tu il secondo, per me è stato come raggiungere qualcosa, come un'attimo dotato di virtù magiche . Anche se mi toglieranno il primo premio, moralmente sento di averlo vinto onestamente.. Quando prossimamente vedrete la mia foto, solo allora direte: ma questo non è un marziano, è uno come noi ed è stato a prasomaso e perchè lo stiamo facendo a pezzi? Purtoppo quando guardo la tua fotografia , sul tuo blogger, non mi sembra sia molto recente, anzi. Non dimostri i tuoi 71 anni, (dichiarati sul tuo blogger) sembri un bel ragazzo di 22 massimo 23, diciamo 25 anni?
    Adesso, per finire e per non farla troppo lunga, ti voglio raccontare un segreto, ma devi promettermi di non dirlo a nessuno:Sai perchè non ho ancora mandato una mia foto? Perchè non ho ancora imparato come si fà e ho solo due anni meno di te. Saluti a tutti. Questo blog di prasomaso.it mi sta piacendo ogni giorno di più, spero solo che questa sia l'ultima volta che dovrò difendere il mio "titolo", scusate, volevo dire la mia forma di scrivere.

    RispondiElimina
  66. Caro Vincenzo,
    accetto la tua autocritica nel tuo modo di scrivere ed esprimerti, in questo sito siamo quasi tutti ex ricoverati nei vari Sanatori di Sondrio, tu non hai ancora detto se sei stato ricoverato, e quando??? ti sei intruffolato in questo sito non sò come, diverso tempo fa mi riferivo ad un tuo mail che personalmente non ho avallato in quanto era indecifrabile, certamente non è il modo migliore per cercare delle amicizie, tutti noi abbiamo inviato le nostre credenziali e raccontato la nostra esintenza su racconti e vissuti, di tè non si sà quasi nulla.
    Dei miei avi emigrati in Argentina mi riferivo al periodo della loro venuta intorno al 1885, e sono sbarcati a Buenos Aires, all'Albergo des los migrantes,dove tramite Marielita VEZZALI e riuscita ad avere il tabulato dei loro cognomi inviandomeli poi in seguito, quindi e stata la loro prima veduta Dell'America per questo a mè e cara la città di Buenos Aires, dove abita Marielita VEZZALI amica grazie a Facebook,poi se non vi sono dei VEZZALI sull'elenco telefonico vorrà dire che abitano altrove quasi tutti a Santa Fè credo, dove sono in contatto con diversi VEZZALI,
    In riguardo alle mie foto ai ragione pecco di vanità, mettendo le foto che più mi aggrada, come pure tutti o quasi, mettono le foto più belle, e un peccato forse??, se tu ai modo di guardare il sito di Prasomaso in racconti e vissuti, vedi tutte le mie foto da 9 mesi a 70 anni, quindi vedi che non mi nascondo affatto dietro e una foto solamente, e anche sul mio sito in Facebook vi sono tutte le foto della mia vita in lungo e in largo, cosa che tu ancora non ai fatto.
    In questi giorni guarda caso vi sono i campionati Europei del tango Argentino, e nelle piazze i ballerini si danno un gran da fare, il nostro Sindaco Chiamparino, intende veniri li a Buenos Aires, chiederò se riuscirò a parlarci, se mi porta con la delegazione di Torino
    Un caro saluto a tutti.

    RispondiElimina
  67. vincenzo dehò18 giugno 2010 03:59

    Buon giorno Lidio, questo, se continua cosi, probabilmente finirà come un"tango" (abbandono,tradimento, quasi sempre quando ci si rivolge a lei, tragicommedia, champagne, vino e caffe, sbornia, per lui, elementi indispensabili per scrivere un buon tango)` ed è proprio quello che non voglio, per questi motivi,
    1º) la mia non è stata un'autocritica ma semplicemente una spiegazione del perchè scrivo così e continuerò con il mio stile. Accetto le critiche ma non sarà un gruppetto di persone, anche se con buone intenzioni, farmi deviare per una rotta diversa da quella stabilita. A buon intenditor.........
    2º) In questo sito, dovrebbero esserci persone unica ed esclusivamente "ex di prasomaso" e, se dell'Umberto Iº meglio.e io sono un "ex DOCG di prasomaso". Logicamente non voglio discriminare ne censurare nessuno.Tutti possono partecipare. Con più gente c'è, più persone si vedono..
    3º) Il mio ricovero in questo sanatorio (Umberto1º)è durato solo 1 anno. Maggio1960-Maggio1961. Il giorno del mio compleanno per entrare e il giorno del mio compleanno per uscire con un bellissimo "pneumotorace" che per due anni mi fece conoscere vari consultori antitubercolari d'Italia,
    4º) In questo sito non sono entrato ne di soppiatto ne indebitamente, sono entrato in internet solo per vedere se dalle parti di Sondrio ci fossero campi di golf, uno sport che mi piace moltissimo e pratico con regolarità, qui a BS AS. (anche se i risultati non stanno dalla mia parte.)Ti posso dire se vuoi la data precisa di questo casuale incontro, 27-04-08 poichè il giorno seguente, siccome pensavo che il sito fosse libero per tutti, ahimè, scrissi la mia prima lettera e al poco tempo apparirono anche per me, alcuni screzi con gli organizzatori, però ho fiducia e sto aspettando qualche persona di quella epoca e di quel periodo, però fin'ora, niente di niente. Non sono cose che mi possono togliere il sonno. La mia presentazione l'ho fatta con una mail il giorno 28-04-08. Sono solo sette mesi prima della tua.Anche in questo sei arrivato secondo. Se vuoi puoi controllare le date sul libro, come fosse un gran archivo. Di commenti tu ne hai mandati circa una settantina, o di più, (potresti anche scrivere un libro se vuoi) tutti interessanti, io con solo una ventina sono stato, beh, lasciamo perdere.
    continua

    RispondiElimina
  68. 5º) Quando si parla di parenti in BsAS bisogna essere più precisi, dato che l'Italia entra dieci volte (come superficie) in questo paese sconfinato che si chiama Argentina. 14 milioni vivono in Buenos Aires e il resto (26) sparsi nelle città e paesi delle varie province- (23 per essere precisi)
    6º) Non è nessun disonore e neppure peccato mettere le foto che più ci piacciono, però per un concorso, sapendo che altri non avevano mandato niente, non mi sembra molto corretto.Anche se dici di averne messe sul tuo blog un po di tutti gli anni. Tu sai che molte volte i matrimoni tra argentina, italia e spagna, si facevano per via consolare in base a fotografie. logicamente le ragazze oppure il ragazzo, s'innamoravano di una foto, il problema sorgeva quando il principe azzurro o la principessa arrivava sposato/a dall'europa e non si poteva più far marcia indietro, dato che fino a non molto tempo fa, qui, non esisteva il divorzio, si, la separazione legale. E la giuria che aggiudicava il premio di prasomaso.it erano tutte ragazze e sempre (anche se son passati tanti anni) il cuore ti può far cambiare qualsiasi decisione stabilita con la mente.
    7º) Il campionato Mondiale di Tango (da diversi anni) si svolge a Buenos Aires nei primi giorni di dicembre, se con il sindaco Chiamparino ti potrai unire alla delegazione di Torino per una missione in questo paese,(noto con sorpresa che la tua quinta elementare ha avuto il suo compenso, io l'unico sindaco che ho visto da vicino e ho potuto parlare con lui è stato il Dr.. Virgilio Ferrari secondo sindaco di Milano dopo la guerra, tisiologo, che mi preparò tutta la documentazione per il mio ricovero) fammelo sapere, cosi avrò l'opportunità di conoscere a quindici mila chilometri chi è la persona alla quale ho strappato il primo premio, senza commetere peccati e soprattutto in inferiorità di condizioni. Se siete soddisfatti con queste poche righe, bene, se c'è qualcuno che vuole saperne di più, il mio indirizzo l'avete, scrivetemi pure.Questo blog di prasomaso.it mi sta piacendo ogni giorno di più. saluti a tutti

    RispondiElimina
  69. Carissime banda delle 4, sono stato assente qualche giorno dal BLOG e noto che in data 11 giugno avete deciso di istituire una graduatoria dei maschi...
    Premesso che il commento è stato molto generico e non si capisce bene quali sono i criteri da voi definiti per pubblicare questa graduatoria e usate la parola “maschi” che non è molto elegante e potrebbe lasciare spazio a notevoli interpretazioni..da questa parte come ben sapete non si scherza..

    La cosa però che volevo segnalarvi, cara banda delle 4 femmine con in testa GEO che vedo si fa da portavoce, è che l'idea iniziale era sicuramente ottima, la gestione successiva invece ha lasciato molto a desiderare. Questo perchè a distanza di soli 4 giorni, in data 15 giugno avete assegnato il premio prestigioso senza definire alcun criterio o altro parametro utilizzato per la valutazione e in maniera molto frettolosa quindi poco autorevole..
    Vi siete comportate come le allodole cedendo al luccichio del primo specchio...
    da voi questo non me lo sarei mai aspettato....
    Non rispondete reagendo al mio commento come vi verrà d'istinto me vedete il lato positivo per la prossima idea.. un bacio a tutte naturalmente

    RispondiElimina
  70. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  71. Daccapo. Siccome un pò di dolcezza non guasta mai,propongo una ricetta squisita "rubata" a un'amica:
    Ingredienti per la crostata della nonna Irma (buonissima)

    per la pasta frolla:
    - 300 gr. di farina
    - 150 gr. di zucchero
    - un cucchiaino raso di lievito
    - 3 tuorli
    - 150 gr. di burro
    - la buccia di un limone grattugiato
    - un pizzico di sale

    per la farcitura.
    - 2 pere kaiser
    - 10 amaretti sbriciolati a mano
    - 100 gr. di cioccolato fondente a pezzetti

    In una ciotola mescolare la farina con il burro a pezzetti e poi
    versare il tutto sulla spianatoia e aggiungere velocemente lo zucchero, i tuorli d'uovo,

    il limone grattugiato e il lievito.
    Quindi avvolgere l'impasto nella pellicola trasparente e lasciare riposare in frigorifero per 30 min. ca. Imburrare e infarinare uno stampo (diam. 25/28 cm.) e stendervi la pasta frolla lasciandone a parte una piccola quantità; quindi tagliare le pere a fettine molto sottili e adagiarle sulla pasta. Intanto sbriciolare gli amaretti e versarli sopra assieme a dei piccoli gnocchetti fatti con l'impasto avanzato in precedenza.
    Terminare la guarnizione col cioccolato fondente spezzettato.
    Scaldare il forno a 180° e cuocere per 30/35 min. circa.
    Spolverizzare la crostata appena sfornata con lo zucchero a velo.

    Un abbraccio a tutti

    RispondiElimina
  72. vincenzo dehò18 giugno 2010 18:40

    maschio (pop.tosc.màstio), s.m.1. essere vivente appartenente al sesso che ha funzione attiva nella fecondazione; il- della lepre, del passer; ha due bambine e un-. DIM. maschietto, detto di bambino PEGG. maschiaccio, detto scerz. anche di ragazza che ha modi e attegiamenti poco femminili./ CONTR. femmina 2 (mecc.) estremità di un pezzo foggiata in modo di entrare nell'incavo corrispondente di un altro pezzo: il maschio della ruota, il perno. // si usa anche con funzione di attributo: vite maschio-3 utensile usato per la filettatura de fori- agg. maschile; virile, forte, energico; viso maschio; maniere maschie// Lat. mascúlus, dim. di mäs maris `maschio`.
    ciao a tutti, non voglio perdere il mio turno per il torneo di golf. Ci sentiremo la prossima settimana.

    RispondiElimina
  73. vincenzo dehò18 giugno 2010 18:53

    maschio (pop.tosc.màstio), s.m.1. essere vivente appartenente al sesso che ha funzione attiva nella fecondazione; il- della lepre, del passero; ha due bambine e un-. DIM. maschietto, detto di bambino PEGG. maschiaccio, detto scherz. anche di ragazza che ha modi e attegiamenti poco femminili./ CONTR. femmina 2 (mecc.) estremità di un pezzo foggiata in modo di entrare nell'incavo corrispondente di un altro pezzo: il maschio della ruota, il perno. // si usa anche con funzione di attributo: vite maschio-3 utensile usato per la filettatura dei fori- agg. maschile; virile, forte, energico; viso maschio; maniere maschie// Lat. mascúlus, dim. di mäs maris `maschio`.
    ciao a tutti, non voglio perdere il mio turno nel torneo di golf. Ci sentiremo la prossima settimana.

    RispondiElimina
  74. Egregio Vincenzo pur apprezzando la tua evidente conoscenza vorrei segnalarti che è inutile con la rete fermarsi sulle parole annoiando il lettore nello scrivere spiegazioni significato o altro. Questo perché è sufficiente dal browser (per il gruppetto di persone il browser è il programma che consente di navigare in internet), nella finestra ricerca, google yahoo o qualsiasi altro motore, digitare la parola che interessa o l'argomento, in questo caso “maschio” o “femmina” e ti viene proposto tutto ciò che esiste in merito.
    La conoscenza ormai è on line quindi non è più un aspetto che distingue l'uomo intelligente da quello ignorante come nel secolo passato...
    La vera intelligenza oggi, ma per me lo era anche nel passato, sta nel PENSIERO e sempre per il gruppetto riporto quanto riporta Wikipedia che dice (Il pensiero è l'attività della mente, un processo che si esplica nella formazione dei concetti, della coscienza, delle idee, dell'immaginazione, dei desideri, di ogni raffigurazione del mondo; può essere sia conscio che inconscio.)

    Il pensiero caro Vincenzo fa la differenza e il pensiero non è legato al sapere, ma alla sensibilità di ciascuno....
    saluto a tutti

    RispondiElimina
  75. cara Marisa scusami ma noto nel dettaglio solo ora la tua ricetta e mi sembra molto accattivante.. cosa dici la prepari e organiziamo un bliz da te almeno con coloro che abitano vicino a Milano?

    se la tua risposta è negativa come temo non farti scrupoli saprò e sapremo accettarla...
    a presto un caro saluto a tutti

    RispondiElimina
  76. Aristotele considera l’amicizia "una cosa non soltanto necessaria, ma anche bella", in quanto "nessuno sceglierebbe di vivere senza amici, anche se fosse provvisto in abbondanza di tutti gli altri beni".
    Tre sono le specie dell'amicizia a seconda che sia fondata sul piacere reciproco, sull'utile o sulla virtù: "Tre dunque sono le specie di amicizie, come tre sono le specie di qualità suscettibili d'amicizia: e a ciascuna di esse corrisponde un ricambio di amicizia non nascosto. E coloro che si amano reciprocamente si vogliono reciprocamente del bene, riguardo a ciò per cui si amano. Quelli dunque che si amano reciprocamente a causa dell'utile non si amano per se stessi, bensì in quanto deriva loro reciprocamente un qualche bene; similmente anche quelli che si amano a causa del piacere. (...) L'amicizia perfetta è quella dei buoni e dei simili nella virtù. Costoro infatti si vogliono bene reciprocamente in quanto sono buoni, e sono buoni di per sé; e coloro che vogliono bene agli amici proprio per gli amici stessi sono gli autentici amici (infatti essi sono tali di per se stessi e non accidentalmente); quindi la loro amicizia dura finché essi sono buoni, e la virtù è qualcosa di stabile; e ciascuno è buono sia in senso assoluto sia per l'amico. Infatti i buoni sono sia buoni in senso assoluto, sia utili reciprocamente".
    Mentre quella fondata sul piacere e sull'utile si rivela accidentale e cessa quando il piacere o l'utile vengono meno, quella invece fondata sulla virtù è perfetta ed è la più stabile.

    Ciao a tutte/i un abbraccione!

    P.S. Ciao Claudio, mi dispiace per quel "temo"
    è che proprio... non POSSO!!! Ti manderò una mail così ti spiegherò più dettagliatamente

    RispondiElimina
  77. ciao a tutti/e oggi x me e festa grande la mia adorata figlioletta fa la cresima e sono piu emozionato io che mia figlia speriamo che tenga il tempo xche quando ha fatto la 1 comunione pioveva a catinelle .Complimenti x i filmini che avete fatto su a Praso. adesso vi saluto tutti/e xche mi devo vestire che x le 14 devo essere in chiesa buon weekend e stasera grande abbuffata e bevuta dall anonimo Lorenzo da cremella

    RispondiElimina
  78. Ciao Lorenzo, non emozionarti troppo che piove già di suo e se ti metti anche tu, qui a Lesmo arriverà giù un oceano d'acqua!
    Un forte abbraccio a Eleonora da parte mia e di Piera,e un saluto a Cristina. Se sentum!

    RispondiElimina
  79. Ciao a tutti .Lorenzo fai tanti auguri alla tua Eleonora per l'importante cerimonia di ieri Un caro saluto a tua moglie . Salutissimi a tutti Mariangela.
    .

    RispondiElimina
  80. Leggo che Deho Vincenzo, non manca occasione per farci notare che lui e un ricco megalomane, non signore !! perchè signori si nasce non si diventa, come diceva il nostro amatissimo Totò.
    Il golf sport da ricchi, in quanto bisogna iscriversi in Club esclusivi , e pagare delle somme discrete per entarne a fare parte, se tutto questo e vero !!! invia una foto con la sacca delle mazze,che sia nue però, e facci vedere le verdi colline con prati rasati all'inglese.
    Lo sò che il campionato mondiale del tango Argentino si svolge a Buenos Aires, qui a Torino ci sono i campionati Europei, e non mondiali.
    Ebbrio, siceramente non sapevo che parola fosse, come dice Claudio qualsiasi sempliciotto come mè, e qualsiasi oltro senza offendere nessuno, che maneggi il pc,anche ai primi approcci iniziali, tramite internet si può sapere quasi tutto, anzichè dire (èbbrio), potevi dire ubriaco e si capiva la parola.
    In una tua mail che hai scritto a Geo,
    (ann'affiato una pietanza)con del bianchetto, "bianchetto " sono dei pesciolini bianchi lunghi circa 2cm, larghi circa 3/4 millimetri, che si pescano nel mar Ligure o JONIO, pesce dicono che è molto buono, io personalmente non l'hò MAI assaggiato e troppo caro per la mia borsa, e appunto si beve il vino bianco neglio ancora del Pigato della riviera Ligure di Ponente,più marcato e fruttato, o dell'inzolia Siciliano molto secco, con il sentore di mandorle al palato.
    Pertanto Vincenzo, cerca di inviare della mail semplice, oramai tu sai che noi sappiamo, che è tutto fasullo quello che dici, se non ci dimostri il contrario, altrimenti rischi di non avere pù neanch una risposta.
    Scrverai ai fantasmi.

    Un saluto a tutti. Lidio

    RispondiElimina
  81. Bravo CLAUDIO per via del pensiero Arghentinos ,ma se ci fosse un bliz in quel di Milano,arrivo al volo,date non possibili dal 26.6 al 04.07 e dal 15.07 al 25.07.Grosso saluto a tutti. Valerio

    RispondiElimina
  82. Buongiorno a tutti, Vincenzo Dehò in uno dei suoi ultimi post si chiede perché vogliamo farlo a pezzi: per quanto mi riguarda non c’è assolutamente questa volontà. C’è sì una certa indifferenza verso i suoi scritti, anche da parte mia, ma solo perché li trovo troppo appesantiti da locuzioni e fraseggi che ne rendono noiosa la lettura , e un po’ avvelenati da una sciocca ironia con la quale, il suddetto Signore è uso rivolgersi ad “alcuni di noi”. Per cui più che il tuo modo di scrivere caro Vincenzo mi ha infastidito appunto quel modo stupidamente ironico di infarcire le tue mail con fraseggi tipo, chissà se son stato capito ecc .ecc. Se anche non siamo al tuo livello culturale, ti assicuro che qui non c’è nessun deficiente e nemmeno semianalfabeti! Perciò, ti chiedo gentilmente di lasciar perdere quelle stupide provocazioni che servono solo ad allontanare piuttosto che il contrario. Tornando al tuo modo di scrivere, personalmente non mi interessa come lo fai e come lo farai in seguito, però, secondo me, che sono una persona semplice come tanti e che come tutti ha una vita propria da portare avanti (e la vita si sa, non è sempre quello che vogliamo sia: c è chi deve fare i conti con lo stress di ogni giorno di lavoro, chi ha problemi di salute, chi familiari …….ognuno ne ha di suo), questo blog deve servire anche a fare in modo che quando uno lo apre possa trascorrere un momento della sua giornata leggendo serenamente cose semplici e che gli facciano sentire il calore e la presenza di altri amici . Questo non significa naturalmente che io sia indifferente e disinteressato alle cose culturali: ma come ha detto Claudio, oggi la cultura ognuno di noi se la trova in casa con pochi clic! Non mi pare il caso quindi, come hai fatto tu, di tirare in ballo filosofi e poeti per un semplice giochino musicale! A mio avviso, facendo il saccente, alla fine, ti rendi antipatico ai più.
    Quando sei apparso su questo libro (28/04/08) ti sei presentato con uno scritto che ritengo uno dei migliori tra tutti quelli postati sul blog fino ad oggi. Con semplicità e chiarezza hai descritto il tuo vissuto prasomasiano. Anche quando sei tornato, dopo tanto tempo a farci visita, lo hai fatto in modo originale e simpatico invitandoci a raggrupparci per una simbolica foto. Purtroppo i problemi sono cominciati dopo quando improvvisamente hai cambiato modo di rapportarti soprattutto con quell’indecifrabile mail alla quale ancora oggi non so dare una logica interpretazione. Se intendi infine continuare a rapportarti nel medesimo modo: nessuno t’impedirà certamente di farlo. Per contro però anche tu dovrai accettare che, almeno per chi scrive, non sarà semplice instaurare un dialogo che vada oltre la normale formalità.
    Un cordiale saluto, Ambrogio

    RispondiElimina
  83. Una mattina di tanti anni fa,ero probabilmente poco più alto del tavolo,il chiaro quasi ancora non era uscito a causa delle nubi basse e della pioggia che a scrosci “allagava “ il passo davanti a casa su in collina. Quella mattina era sicuramente domenica perchè dalle inferiate del balcone della camera aspettavo che sbucasse in fondo al sentiero che portava al mare mia madre che più o meno una volta al mese mi veniva a trovare. Dopo alcune ore di pioggia ,lampi e tuoni ,persa quasi la speranza,un forte vento spazzò tutto via. Da nord soffiava giù dai monti a raffiche improvvise sempre più frequenti e continue e alberi ,fronde e i capelli delle donne che nel frattempo eran uscite sulla piazzetta a stender il bucato ,scompigliava. Il cielo tornò netto ed azzurro quasi per magia così come il mare liberato dalle spume riapparso calmo ma leggermente increspato alla rovescia come la pelle quando si ha freddo. La zia mi spiegò che quel vento si chiamava tramontana,un vento asciutto ,freddo, che il “brutto” cancellava e l'umido “assorbiva” riportando il sereno e la bella vista in tutto il golfo ed il buon umore in fondo al cuore degli uomini. Quando ormai il sole che già da un po' era alto cominciò a scendere e lo sguardo disattento e stanco oramai diventava,una luce in fondo al passo in immagine si trasformava : era mia madre. Ieri a Genova è tornata ,come in una mattina di febbraio,la tramontana e tutto il golfo ha “riverniciato”,chiara la città coi due grattacielo,la terrazza Martini ,Santa Zita,San Lorenzo e il lungo molo,le navi “dipinte” sull'acqua poco fuori dal porto,Arenzano,Savona, Capo Noli e le spiagge immaginate ancora semi deserte con i rari bagnanti intenti ad inseguir ombrelloni rovesciati. Presto sicuramente tornerà il sereno e la bella stagione a cancellar l'ultimo avanzo di una fredda primavera. Un poco a tutti ,forse ,capita a volte di aspettare che arrivi più di frequente una bella “raffica” di tramontana. Ciao e buona estate da renzo.

    RispondiElimina
  84. Grazie Renzo, ci serve proprio una bella "raffica" di tramontana!

    RispondiElimina
  85. vincenzo dehò21 giugno 2010 23:18

    Opinione personale sugli Ex di Prasomaso. Sono pessimisti o no? Ma si può capire qualcosa anche solo leggendoli, senza affrettare conclusioni. Hanno sofferto per vari motivi, è vero, e la voglia di vivere si è ingigantita. Credo che sia stata la loro voglia di vivere, a dargli questa immensa forza. Poi, è passata nei loro pensieri l'unica cosa veramente libera che avessero, e poi, nei loro commenti l'unica cosa veramente propria. Parlavano, ma non trovavano spesso chi, con molta volontà cercasse di capirli. Allora incominciarono a scrivere e non smisero mai di scrivere, perché gli scritti rimangono, perché le parole scritte difficilmente si potranno ignorare. Restano lì, a parlarti. E ti racconteranno per sempre della grande voglia di vivere, che sia mai esistita. E in fondo, anche di un'attesa senza fine. Gli EX di Prasomaso hanno pazienza e attendono da sempre, un incontro, uno scambio di esperienze e cultura, per avere un dialogo libero e sincero. Però ho constatato che ci sono persone, anche se di buon senso e sentimenti buoni, che oggi si preoccupano di emergere orientando la realtà, cosa che non sempre possiamo fare, anche fosse per un solo giorno. Questo blog di prasomaso.it mi sta piacendo ogni giorno di più. Un caro saluto a tutti.

    RispondiElimina
  86. Ciao a tutti,ho letto gli ultimi post e mi sembra che il dibattito con Vincenzo stia diventando un pò fuori luogo per lo scopo di questo libro. Qualcuno ha detto che è lo strumento che ci permette di tenerci sempre in contatto di raccontarci le nostre esperienze di scambiare idee anche su cose che non necessariamente debbono riguardare Praso,aver un circolo virtuale che ogni tanto si concretizza con i vari incontri.Non posso per esempio dimenticare l'emozione quando ho scoperto il sito,ho trovato gli amici di gioventù che ormai avevo perso e tutte le volte vado a leggere incuriosito di sapere o sentire novità insomma trovarci tutti insieme nella stessa barca come allora senza distinzioni di alcuna sorta...forse quando eravamo lassù c'era differenza tra l'essere un garzone o un dottore? A me non sembra visto che tra i miei migliori amici lassù c'era anche un certo dott. China(ammalato come me) e non possso dimenticare le lacrime quando gli dissero che il fratello morì nella strage di piazza Fontana.Forse non è meglio cercare di ridimensionare le cose o forse si era più giudiziosi allora di oggi? Ciao a tutti ENZO COMO.

    RispondiElimina
  87. (riporto lettera del sig. Dheò del 28/4/2008) buongiorno a tutti e in particolar modo alla ""classe maggio"60 al maggio"61 del secolo scorso" Quanti anni sono passati !?!?!?! peró, il ricordo, guardando le bellissime fotografie e leggendo le poche mail degli "ex villeggianti" mi si riempie il cuore di emozione. bastó un solo un anno di degenza per ristabilirmi pérfettamente ...nicizina...lughe ore di "sdraio" mattino, pomeriggio e sera....l'indimenticabile suor Olga)...il cinema nel salone per poter vedere e intercambiare furtivamente nell'intervallo qualche parola , con la ragazza preferita, per non usare sempre l'alfabeto muto che tutti conoscevano....chi non s'é fatto prestare dal compagno di stanza un telaio per tessere uno scialle con lana bianca e fili argentati? ....Chi non ha scavalcato di notte quel famoso muro con filo spinato per andare al piccolo bar fornitissimo di qualsiasi cosa? E il pneumotorace artificiale che per lunghi tre anni... ,di tutta Italia, con quell'ago e quella pompa per riempirti d'aria come un pallone aerostatico? bravissimi dottori (Airoldi e Manna se ben ricordo e se non mi sbaglio) .... che piú di una volta s'impietosirono e firmavano un permesso d' uscita per tre o quattro giorni? Con questi pochi dati , peró credo sufficienti,compagno di viaggio anche se non ricordo nessun cognome e nome . Gli anni non passano inutilmente..
    ECCO: Ho letto due volte questa sua lettera e mi è saltato all'occhio e alla testa un dubbio dettato proprio da alcune espressioni della nota sopra riportata:
    1) noi andavamo al Cinema e il cinema era giù, sotto. Si andava al Cinema. Il cinema NON era nel salone. 2) non ricorda alcun nome e cognome ma ricorda perfettamente Suor Olga: ma guarda un po'...Suor Olga, noi, l'abbiamo nominata decine di volte e abbiamo detto decine di volte anche tante altre cose. 3) Quando mai abbiamo dovuto chiedere al compagno di stanza il Telaio per fare uno scialle??i telai erano dell'Istituto e quando erano liberi si prendevano.5)non sapevo dell'esistenza del "famoso" muro col filo spinato e non sapevo che si potesse scavalcare, di notte, per andare al Bar. 6) se io avessi fatto "sdraio" anche di sera oggi sarei morto da anni.7) non aggiungo altri mille particolari di quella lettera .ma sottolineo i tanti, tantissimi dettagli che il signore ha volutamente voluto indicare. Troppi!!.Se ho sbaglato a pensare male chiedo scusa all'interessato.
    Un Grande ciao ad Ambrogio :sei stato come sempre educato chiaro limpido ed efficace. Ciò che ha scritto Claudio è la base di tutto quindi, ovviamente, concordo su tutto (bisognerebbe che tutte le persone leggessero quelle parole, le capissero, le applicassero al proprio pensiero e, quindi, nella vita di tutti i giorni)
    Un saluto a Tutti ea Renzo chiedo di scrivere due righe sui bianchett (qualcuno dice di conoscerli appena)..Un saLUTO PARICOLARE A lIDIO (ti chiami come mia Madre). Lidio non ti ho mai risposto ma ora, dopo che hai scritto quelle belle cose..ti saluto simpaticamente e caramente .

    RispondiElimina
  88. vincenzo dehò22 giugno 2010 19:01

    Gentilissimo Sig. Mirco, finalmente, dopo due post "eliminati dall'autore" ti decidi inviare un terzo, facendo riferimento alla mia del 28/04/2008. Prima d'iniziare un lungo dialogo con te, ringrazio di tutto cuore, le persone che si sono dedicate e logicamente sono stati i precursori di questa prasomaso.it, un'idea veramente brillante e ancor più brillante considerando che tutti i commenti sono qui, in ordine cronologico, in questo grande e simpatico archivo, da dove si potranno estrarre dati veramente interessanti. Come potrai leggerli più sotto.
    1º) Tutti i film a Prasomaso, nell'Umberto Iº se ben ricordo, si proiettavano nel salone esclusivo a tale scopo. Se vuoi ti posso dire anche il titolo del primo film in bianco e nero al quale ho presenziato. "I Quattrocento colpi" produzione francese. Come potrai notare le suore non intervenivano nella scelta dei film.
    2º)Suor Olga, anche se l'avete nominata molte volte (rileggi bene tutti gli archivi e poi dimmi quante volte) ti faccio notare che sono stato io, il primo dopo il commento di Bergamini Ezio del 13/01/08 a ricordarla, con un simpatico e piacevole aneddoto del suo zelo religioso.
    3º) Conservo ancora uno scialle bianco, di lana, un po' ingiallito chissà e senza il souple di una volta. E il telaio? Il telaio l'ho chiesto al mio vicino di letto. Quando lo vi finire dopo tanti giorni (dato che non si poteva lavorare sempre e quando si voleva) uno scialle bellissimo per sua mamma con cinque o sei colori diversi di lana.
    4º) L'emozione di scrivermi ti ha fatto dimenticare il 4º punto e sei saltato al 5º
    5º) Il famoso muro era quello che dava alla strada principale, sul muro c'erano varie colonnine (profili) di ferro, che sostenevano una rete metallica che terminava con 2 o 3 fili spinati rivolti verso strada, facile per uscire, difficilissimo per rientrare, (non dimenticarti che avevo ventanni e sebbene non sono stato mai ne un grande ne un piccolo atleta, ugualmente si faceva, perchè? il perchè non te lo potrei dire, per spirito d'avventura chissà, e non era un'abitudine, come alcuni, i più dotati si permettevano, dato che c'erano diciamo così gli invidiosi o spie oppure chi si sentiva offeso per aver scambiato in alfabeto muto, qualche parola con la sua ragazza. avvisavano le suore.)
    6º) Ripeto; sdraio si faceva al mattino.Dopo la prima colazione, con musica moderna e non tanto, dopo il pranzo del mezzogiorno con una corta ricreazione,silenzio assoluto regnava la calma e lí si poteva leggere, e dopo la merenda. In inverno, dopo la merenda, chi voleva poteva rimanere in camera con le finestre aperte. Io preferivo la sdraio.Dato che si ascoltava meglio la musica. Se tu non avevi questo metodo o regola da seguire, non lamentarti. Eri un'ammalato fortunato.
    7º)Non voglio e non permetterei mai che ti senta in inferiorità di condizioni per questa mia lettera, chiedendomi scusa.
    Io ti ho scritto un po' di giorni fa, (10-06-2010/15-06-2010))però tu hai preferito scegliere un'occasione diversa per rispondermi o attaccarmi, non lo so. Come vedi, a poco a poco, tanti particolari saltano fuori dato che, anche noi tutti, abbiamo un archivo, (che si chiama cervello) senza ricorrere al compiuter o ordenador o computadora chiamala come vuoi.
    8º) Con questo chiudo.Non farmi leggere per favore, tutte le tue lettere, dimmi soltanto in che anno sei stato ricoverato all'Umberto Iº e se anche tu sei un "ex prasomaso DOCG"
    Questo blog di prasomaso.it mi sta piacendo ogni giorno di più. Un caro saluto per tutti.E per favore scrivi bene il mio cognome.

    RispondiElimina
  89. Innanzi a tutto un caro saluto a Orietta,ragazza perspicace ed intelligente. Poi all'amico Mirco grande prasomasiano non propriamente “fortunato” che saluto ed abbraccio .Raccolgo l'invito e passo ai “gianchetti” (sardine in inverno,acciughe in stagione) in fondo non così cari ,sotto i trenta al chilo,al contrario dei rossetti molto più cari. Ricetta frittatina per due persone :un paio d'etti di gianchetti lavati e ben asciugati,scaldare olio d'oliva in un tegamino possibilmente con bordi alti unirli a due uova sbattute ,sia il bianco che il rosso ,naturalmente belle “fresche “ mescolare aggiungendo un paio di cucchiai di parmigiano preferibilmente reggiano,(ora lo fanno anche in piemonte non male e costa veramente poco ma non è la stessa cosa),aggiungere un trito composto da aglio prezzemolo e qualche fogliolina di maggiorana (indispensabile) ottima quella sui balconi liguri vicino al mare col salmastro che le aggiunge un non so che,(se non avete balconi liguri ve ne spedirò un paio ...di foto via mail) poi sale e pepe a piacer. Dare qualche “rigirata” e versare nel tegame con l'olio bello caldo,più o meno 5 minuti in totale un po' da una parte un po' dall'altra senza finire al centro ustionati. Servire la frittatina bella calda sempre possibilmente in ottima compagnia,vino naturalmente bianco ,per me van bene tutti direi freddini ,diversamente proporrei un bel frizzantino (attenzione al ruttino fantozziano),ottimo edelperl ahimè francese ma costa poco più di 3 euro. Belin mi è venuta fame....ciao a tutti (incredibile con tutti i casini che ho mi và ancora di scherzare,sarà l' "aria" del sito che un pò aiuta come quella di Praso)

    p.s. “prasomasiani” forse si nasce e senza gradi di distinzione comunque se proprio fosse necessario aver conferme la nostra “carta di identità “ è la propria cartella clinica purtroppo documento indiscutibile.

    RispondiElimina
  90. vincenzo dehò23 giugno 2010 05:04

    Caro Lidio,
    la frase che tu appioppi a Totò non è proprio così, però, se a te piace, fanne uso, no abuso. Qui in Argentina preferiscono utilizzare altri detti e proverbi, magari di scrittori autoctoni famosi e non tanto o direttamente tradotte al Castellano dalla Divina Commedia, Iliade e Odissea, alcune dai Promessi Sposi e alcune volte dal famoso libro di Carlo Lorenzini. (scusa se mi son dimenticato del pseudonimo)
    Il tuo odio o invidia contro i ricchi italiani, i club esclusivi di golf italiani, le somme discrete (o indiscrete?) italiane per entrarne a far parte, le sacche delle mazze e chissà quante cose di più italiane, è veramente impressionante. Cercherò di demistificare questo falso concetto, quando arriverai in compagnia del sindaco di Torino Chiamparino, qui a BsAs.
    L'unica cosa che mi sarà impossibile, sarà quella di farti vedere le colline verdi dato che queste, viaggiando in direzione ovest le potremmo trovare a ottocento km. Per i prati sempre verdi rasati all'inglese,invece, non preoccuparti, siamo nel mezzo della pampa umida e ti stancherai di vedere verde. E sarà una gran sorpresa per te, costatare che con pochi euro, e quando dico pochi euro, sono pochi euro, potrai praticare uno sport sui campi municipali di golf quasi nel mezzo della città. Per le mazze non preoccuparti, non portarle con te, si possono noleggiare qui, sempre per pochi euro. Mancherebbe altro che il campionato mondiale di tango si svolgesse a Torino, quando tutti sanno che il Tango è Argentino perchè e nato in Argentina e gli argentini ne sono orgogliosissimi.
    Non ho mai usato la parola "ebbrio" e non far troppo caso a Claudio che nemmeno lui, quando scrive è parola santa.
    Senza offesa, dato che non è il mio stile.
    Per "bianchetto" o "gianchetti" mettiti d'accordo con Renzo che proprio questa sera ci ha dimostrato che non solo scrive bene, lasciandomi sempre con un senso di libertà e molta pace quando leggo i suoi racconti, ma è anche un bravissimo "chef". Caro Lidio, come dici tu che per sapere quasi tutto, basta entrare in internet, perchè non provi?
    Io, avevo fatto la promessa di non difendrmi e nemmeno spiegare chi sono e cosa faccio,se volete saperne di più venite a BsAs. quindi, a tutti invio un rispettuoso saluto. Questo blog di prasomaso.it mi sta piacendo ogni giorno di più.

    RispondiElimina
  91. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  92. Caro Amministratore ovvero caro Claudio, pensaci tu. In modo definitivo se vuoi. Invito tutti i "soci" di questo spazio a scrivere, se lo ritengono giusto, due, solo due righe al Claudio..avete compreso?
    salutoni.
    X Ambro e altri, ecco il -quizzino musicale- se vorrete dare risposta:::

    "Caratterizzati da una vista molto corta,
    gli uomini piccoli faticano ad aprire
    qualsiasi porta.
    Approsimative ma incrollabili convinzioni,
    gli uomini piccoli non riescono ad entrare nelle canzoni
    e se fanno qualcosa di cui si devono vergognare,
    gli uomini piccoli dicono che quello è il loro dovere.
    E pretendono soldi per ogni prestazione:
    gli uomini piccoli non fanno niente
    per gusto o per passione. PUNTO
    ".
    E' un pezzo bellissimo anche se non facilissimo ma molto pertinente..è di un cantautore milanese (con zero capelli)

    RispondiElimina
  93. Caro Mirco,
    sappiamo di chi e di cosa stai parlando è troppo evidente, anche se sempre la mimetizzi dietro le parole di qualche bella canzone. Però bisogna insistere, come ti dicevo poco tempo fa, e non lasciarsi sopraffare dagli insuccessi o denuncie per vilipendio. Verranno anche per noi tempi migliori anche se i commenti su questo blog dovrebbero essere unici,liberi, senza chiedere aiuto, senza offese e irripetibili, proprio come i concerti del tuo "idolo" cantautore milanese con zero capelli. Perchè non dire direttamente "pelato" non credo sia un'offesa o mancanza di rispetto. Questo blog di prasomaso.it mi sta piacendo ogni giorno di più. Rispettuosi Saluti a tutti.

    RispondiElimina
  94. Carissimi tutti.
    In riguardo a Dehò, non pensavo di sollevare tanti commenti e battibecchi, solo per avere, scritto il mio pensiero su certi soggetti.
    Quì da noi effettivamente il golf, e praticato da ricchi, si intede granosi, almeno in apparenza, poi sotto sotto si scopre che non è come vogliono fare apparire.
    Mi è capitato spesso, nel mio girare per il Piemonte quando lavoravo come Agente di Commercio settore Alimentare, di frequentare cucine dei ristoranti all'interno di campi da golf, per cercare di vendere generi alimentari, gli chef che normalmente fanno gli acquisti, appunto mi dicevano che la maggior parte dei giocatori se la tirano parecchio," E VOGLIONO APPARIRE QUELLO CHE IN REALTA NON SONO, SOLO PERCHE' appunto frequentano il gioco del golf,è e cercano sempre di cenare con dei cibi rari, e lo facevano impazzire, dicendo poi che a casa loro ancora grazie se mongiavano patate e pasta, per questo mi è rimasto questo pensiero sui giocatori di golf.
    Se poi in Argentina,il gioco del golf, e come da noi il gioco delle boccie, mi sono sbagliato paese.
    Con questo vorrei chiudere le polemiche che si sono riscontrate, e vorrei chiudere quì le polemiche, tanto non si ammetterebba mai di avere torto.
    Complimenti a Mirco per le ricette,avremo modo di assaggiarle in futuro ????.

    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  95. Ciao Dehò, noi femmine abbiamo cercato di addolcirti, coinvolgendoti nel nostro scherzo, ma lasciamelo dire, con sincerità e semplicità, SEI PROPRIO INSOPPORTABILE!
    E tu mi piaci sempre meno, capito?

    RispondiElimina
  96. Carissimi amici e lettori
    il dibattito di questi ultimi giorni si è sviluppato all'insegna di alcuni botta e risposta nello scambio di commenti, abbastanza normale su strumenti come il BLOG che consentono di comunicare in modalità differita e non in tempo reale quindi difficile da gestire perché la replica arriva sempre un pò in ritardo.

    Egregio Vincenzo, cerca se ti è possibile di vedere questo mio commento in maniera costruttiva perché così vuole essere.
    Che tu sia persona poco simpatica è ormai evidente a tutti, e suppongo tu ne sia consapevole, il tuo approccio in questo BLOG è stato molto formale, hai cercato di esaltare la tua cultura il tuo sapere utilizzando terminologie poco correnti e diffuse e spesso incomprensibili, hai scritto frasi che nella forma stanno in piedi, ma nella sostanza non hanno alcun senso, ti scontri con tutti coloro che si rivolgono a te evidenziando un bisogno di difenderti più che di chiarirti come se ti sentissi permanentemente attaccato non a caso usi spesso questa parola che evidenzia un pò di vittimismo....tu sai bene cosa intendo. A conferma di questo concetto quando alcuni mesi fa, nel vecchio guestbook non ho reso pubblico un tuo messaggio ritenendolo banale, un po' offensivo, e confusionario, ti sei affrettato ad inviare mail a molti degli ospiti del BLOG in forma privata cercando la loro solidarietà in maniera direi molto infantile, reclamando non si capisce bene chissà quale diritto e cercando di rompere ciò che più ti turba di questo gruppo, il legame.
    In quella occasione credo di non averti fatto un torto, ma semplicemente ti ho risparmiato un pessima figuraccia....
    Dichiari o cerchi di ostentare cultura e ricchezza, non a caso in più opportunità parli della tua passione del golf che è risaputo si tratta di una attività praticata da ceti medio alti o che tali vorrebbero apparire e detto così come lo esterni tu evidenzia due possibilità di cui la prima è presunzione e quindi stupidità l'altra, la più probabile, senso di inferiorità e tentativo di riscatto la dove non si può essere smentiti.
    Altra dichiarazione che ormai ripeti da molto tempo è che questo BLOG ti piace sempre di più e li ti capisco perché questo BLOG ti da la possibilità di esserci in quanto trovi persone che rispondono ai tuoi messaggi e anche se delle volte in maniera ostile ti consentono di sentirti al centro della attenzione e importante. Immagina se i tuoi commenti producessero totale indifferenza come ti sentiresti? sarebbe devastante..
    Ti rammento che il sito di prasomaso come anche il BLOG sono aperti a tutti, ma di natura totalmente privata e quindi le regole seguono lo stesso criterio, se tu hai bisogno di protagonismo, non vorrei ripetermi... è sufficiente che cerchi su google li potrai trovare siti, BLOG, chat o altro sui dare libero sfogo alle tue passioni....

    In ogni caso Vincenzo ti dico in maniera molto pacata che personalmente non trovo più stimolante questo continuo confronto con te, si è creata una situazione in cui sei diventato tu contro tutti e questo lo considero un gioco impari, troppo facile e poco sportivo per il mio carattere. In questa tua continua provocazione e tentativo di alimentare la reazione altrui per appagare il tuo ego, prendine atto che si stanno esaurendo le energie, comici a scaturire più compassione che desiderio di confronto e questo non è buono ....per te sopratutto

    Chiederti di alzare il livello e lo stile non mi pare abbia molto senso quindi ti invito a far parte del gruppo con modestia e sopratutto per quello che sei, antipatico ovviamente, ma se spontaneo può essere comunque accolto e rispettato, diversamente mi vedrò costretto ad escluderti da questo BLOG.

    Un saluto a tutti

    RispondiElimina
  97. Dehò Vincenzo23 giugno 2010 17:04

    Buon giorno Geo, da quando è apparso su internet, il blog di prasomaso.it non c'è mai stato un mese cosi fertile, intenso, pieno di frecciate, sparatorie, insulti, colpi bassi, discriminazioni, falsi addolcimenti, che in alcuni casi avrebbero fatto come minimo soccombere il mal capitato e imbestialire anche il più tranquillo degli "ex", però, dove tutti abbiamo potuto come non mai, scaricare i nostri commenti, dimostrando anche se solo parzialmente i nostri limiti, le nostre debolezze e le nostre aspirazioni, in forma amena, sincera, e soprattutto in libertà, senza uscire dai limiti dell'onesto e del giusto (cosi penso io) Dovresti per questo ringraziarmi e se ti sei decisa mettere con lettere maiuscole quello che più ti sta a cuore, ben arrivata. Non scrivo per essere simpatico a un minuscolo però grande gruppo di persone. Se non ci prepariamo adesso, che siamo un po`pochi, come faremo quando il numero dei soci sarà maggiore? oppure si limiterà il numero e si proibirà l'entrata alle centinaia di persone che ancora non si sono accorte di questo blog? e che sicuramente vorranno entrare. Se ci dovessero essere discrepanze inconciliabili tra le nostre opinioni, meglio. Questo blog di prasomaso.it mi piace ogni giorno di più. Un caro saluto per tutti.

    RispondiElimina
  98. Dehò Vincenzo23 giugno 2010 18:21

    Buon giorno Claudio, noto con piacere che ti sei messo "guanti nuovi" per sfoggiare la tua tecnica di persuasione che però rimane sempre come la prima volta, quando mi hai censurato senza nessun motivo serio apparente, e con una estensa mail privata, cercavi di mettermi sulla retta via.Io vorrei ripetere la mia difesa, nonostante come ho gia detto varie volte non voglio più parlare per difendermi ne spiegare chi sono, però sarò a vostra disposizione quando un "ex" (chiunque sia), verrà a Buenos Aires. Un caro saluto. Questo blog di prasomaso.it mi piace ogni giorno di più. (potrebbe essere il titolo oppure la marca registrata di questo blog)

    RispondiElimina
  99. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  100. grande Geo grande Claudio grandissimo Lidio anchio non lo sopporto piu questo signor Deho a parte che le sue imail non li leggo mai xche non mi piacciono ciao atutti/e grazie Mariangela Nicla della bella visita che mi avete fatto ciao Ambros saluti dall anonimo Lorenzo da cremella

    RispondiElimina
  101. ciao a tutti e a tutte !!!!!!!!!!!!! siete grandi !!!!!!!!!!!! Vincenzo mi sembri un personaggio di un libro dell'orrore ......... quella tua frase monotona ripetitiva mi fa venire la pelle d'oca !!!! adesso basta !!!!!!!!!! dai !!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  102. L'ltimo mio mail, del 23.06, è stato manomesso, io non hò mai scritto queste frasi ridicole, scrivo male d'accordo ma cosi mai,cosa seccede ????
    Ci sentiamo.

    RispondiElimina
  103. Grazie Renzo, ma forse mi sopravvaluti!

    RispondiElimina
  104. Caro dehò, fammi capire cosa vuol dire autorità competenti per chiarimenti, hai già finito gli argomenti e devono intervenire altri in tua difesa???, sei patetico, ancora una volta ai perso l'occasione per stare zitto, scusatemi tutti, questa e l'ultima occasione di rispondere a questo personaggio!!!
    Un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  105. ciao a tutti/e il bello di essere in pensione e che x la prima volta nella mia vita oggi con la mia figlioletta me ne vado al mare nel mese di giugno vi pensero tutti/e saluti e ci sentiamo fra otto giorni dall anonimo Lorenzo da Cremella se sentum

    RispondiElimina
  106. Ciao a tutti,mi sono decisa a scrivere perché voglio augurare buone vacanze a Lorenzo e a sua figlia che sono in partenza.
    Inoltre volevo condividere con tutti voi la serata trascorsa ieri al parco di Monza.
    Per la festa di S.Giovanni alla Villa Reale c'è uno spettacolo di fuochi d'artificio a tempo di musica (dire che è stato eccezionale è dire poco).
    Invito chi abita in zona ad andarci il prossimo anno con la propria compagna/o, cena al sacco una coperta per sedersi per terra e godersi, nel vero senso della parola, la serata.
    Un abbraccio a tutti Nicla

    RispondiElimina
  107. Donare un sorriso
    rende felice il cuore,
    arricchisce chi lo riceve
    senza impoverire chi lo dona.
    Nessuno è così ricco
    da poter farne a meno
    nè così povero
    da non poterlo donare.
    Il sorriso crea gioia in famiglia,
    dà sostegno nel lavoro
    ed è segno tangibile di amicizia.
    Un sorriso dà sollievo
    a chi è stanco,
    rinnova il coraggio nelle prove
    e nella tristezza è medicina.
    E se poi incontri chi non te lo offre,
    sìì generoso e porgigli il tuo:
    nessuno ha tanto bisogno
    di un sorriso
    come colui che non sa darlo.
    P.Faber

    RispondiElimina
  108. Un sorriso a tutti! Su immagini 2010 troverete una panoramica da Praso scattata "qualche" anno fa.

    RispondiElimina
  109. Ciao Mircuccio, indovinami questa: “ Lalalala lalalalalala lalalalala lalalalalala” (Davies-Guccini) , cover di un brano dei Kings. Auguro a tutti una felice e serena estate che quest’anno si è fatta un po’ desiderare!.

    RispondiElimina
  110. per Ambrogio. "Vedremo soltanto una sfera di fuoco"...eccol una strofa di "quabdo noi non ci saremo"..Grande pezzo. Bravo Ambrogio. Anche competente in Cover oltre che Foto reporter.
    saluto tutti. Nicla compresa

    RispondiElimina
  111. No Mirco, stavolta hai sbagliato! Ti dò un aiutino: c'è un tale "principe" che fa il coretto. In fatto di foto, forse ti confondi con Fiorenza: lei sì è un'artista! Io so fare solo clic e basta.

    RispondiElimina
  112. Sono un po' in difficoltà caro Ambrogio.
    Ho un'idea sulla canzonetta che inizia con "lalalalala lalalalala" ma il fatto è che la mia idea mi dice che il Gruppo che l'ha fatta, originariamente, non si chiamerebbe "Kings" ma KinKs"e se così fosse, allora il pezzo potrebbe essere (ma non ne sono sicuro), "Nella terra dei sogni" fatta magistralmente dll'Equipe84..il fatto che non sono sicuro nasce da quest'altro fatto ovvero "nella terra dei sogni" è un pezzo fatto da un Gruppo chiamato "the Easybeats"MA questa canzone in realtà sarebbe stata fatta , creata, prima da "The Kinks" per l'appunto...hai capito qualcosa?? io no..rileggendomi.

    RispondiElimina
  113. Caro Mirco, sono ormai abituato al tuo "casinismo" comunque sei ancora fuori rotta! Peccato che il nostro Franco si è irrimediabilmente perso nel suo rigoglioso orto! Altrimenti avrebbe indovinato al primo "la"! Hai ragione non è Kings ma Kinks, e il "principe" era solo una voce in prestito! Un altro aiutino? La canzone ha a che vedere con un movimento anni sessanta-settanta che ha rivoluzionato un po' lo stile di vita di molta gioventù.E anche Valerio ha fatto la sua parte. Belìn, più di così ti dico il titolo! Ciao e ciao a tutti/e!

    RispondiElimina
  114. CAVIOLO AMBROGIO !!!!!!!!!!
    Qualche tempo fa io stesso ti feci(feci??mhà)il quizzino musicale della stessa canzone di cui ora tu mi chiedi il Rititolo.
    La canzone E': "Un figlio dei fiori non pensa al domani" cantata egregiamente da Augusto.Il pezzo è ovviamente dei "KINKS (i gruppi italiani dell'epoca hanno preso quasi tutte le canzoni di questo bel Gruppo dei fratelli Davies (scusa Ambro se me la tiro un po da intelletuale di canzonette ma sai ultimamente l'atmosfera nel sito era così ..intelettuale..appunto...
    Ciao e ora beccati questa:

    ""Non devi mai ascoltar nessuno,

    o non vivrai

    prendi quel che da la vita,

    o lo perderai"".Ti do un aiutttino da intuire: - vicinissima - stessi argomenti da figli di fiori -
    Semoplice no??

    RispondiElimina
  115. Vola! Oggi puoi volare....ecc. ecc. "Vola bambino":ma ora cambiamo gruppo e interpreti se no diventiamo troppo di parte.Sono anch'io in attesa di volare, ma solo come modo di dire. Perchè in realtà viaggerò in autobus per passare qualche giorno su un'isola della Croazia della quale al momento mi sfugge il nome! Ma tanto una vale l'altra: l'importante è andare! Saluti a tutti!

    RispondiElimina
  116. Approfitto dei silenzi estivi per “dire” qualcosa sulla mia città anche se parlare di Genova adesso ad un”furesto”( straniero) vorrebbe dire raccontare una città che non c'è più e tutti intorno mi guarderebbero “strano” come se descrivessi un altro luogo e forse esclamerebbero “ma io li non ci son stato”...Da Sestri a Pra Palmaro ,pesca,reti,barche e spiagge ricche fino a Cornigliano,”là dove il fiume in mare si nasconde” ed anche una goccia da un rianello finiva in cresta alle onde.Poi gli orti in Albaro,vigneti e giardini e tutta la campagna fiorita,la Foce con i gozzi colorati e gli scogli verdi come prati,Sturla aiuola sul mare e nelle anse delle colline adagiate sulle rive fra Quarto,Quinto e Nervi,fossati con casette come un presepe,laghetti e cascate con ochette e ragazzi nell'acqua come giù alla marina. Pegli con le sue ville fra tiepide colline ,le pesche a Bolzaneto ,acque chiare in val Bisagno ,cornabuggia (origano),timo e i profumi dell'estate.Doria,Molassana fino a Ponte Carrega con le donne al fiume a lavar lenzuola,fino a Manin dove arrivava anche il tranvai,dove all'ombra dei freschi viali “vendevano frutta,pesci e giornali”ed ancora i caruggetti e le piazzette con le donne che vendevan sigarette,ora è quasi inutile “cantare” sia i monti che il mare....Genova è ormai un sogno un po' svanito come il canto di un grillo tra il melograno e l'ortica,c'è chi resta solo a guardar tramonti un po' smarrito.Ciao a tutti

    RispondiElimina
  117. Buongiorno a tutti, buongiorno Renzo!







    Litanìa
    di Giorgio Caproni
    Genova mia città intera.
    Geranio. Polveriera.
    Genova di ferro e aria,
    mia lavagna, arenaria.

    Genova città pulita.
    Brezza e luce in salita.
    Genova verticale,
    vertigine, aria scale.

    Genova nera e bianca.
    Cacumine. Distanza.
    Genova dove non vivo,
    mio nome, sostantivo.

    Genova mio rimario.
    Puerizia. Sillabario.
    Genova mia tradita,
    rimorso di tutta la vita.

    Genova in comitiva.
    Giubilo. Anima viva.
    Genova in solitudine,
    straducole, ebrietudine.

    Genova di limone.
    Di specchio. Di cannone.
    Genova da intravedere,
    mattoni, ghiaia, scogliere.

    Genova grigia e celeste.
    Ragazze. Bottiglie. Ceste.
    Genova di tufo e sole,
    rincorse, sassaiole.

    Genova tutta tetto.
    Macerie. Castelletto.
    Genova d'aerei fatti,
    Albaro, Borgoratti.

    Genova che mi struggi.
    Intestini. Caruggi.
    Genova e così sia,
    mare in un'osteria.

    ...........

    Genova di Soziglia.
    Cunicolo. Pollame. Trilia.
    Genova d'aglio e di rose,
    di Pré, di Fontane Marose.

    Genova di Caricamento.
    Di Voltri. Di sgomento.
    Genova dell'Acquasola,
    dolcissima, usignuola.

    Genova tutta colore.
    Bandiera. Rimorchiatore.
    Genova viva e diletta,
    salino, orto, spalletta.

    Genova di Barile.
    Cattolica. Acqua d'Aprile.
    Genova comunista,
    bocciofila, tempista.
    Genova di Corso Oddone.
    Mareggiata. Spintone.
    Genova di piovasco,
    follia, Paganini, Magnasco.

    Genova che non mi lascia.
    Mia fidanzata. Bagascia.
    Genova ch'è tutto dire,
    sospiro da non finire.
    .....................

    Genova di cose trite.
    La morte. La nefrite.
    Genova bianca e a vela,
    speranza, tenda, tela.

    Genova che si riscatta.
    Tettoia. Azzurro. Latta.
    Genova sempre umana,
    presente, partigiana.
    ........................
    Genova di tutta la vita.
    Mia litania infinita.
    Genova di stocafisso
    e di garofano, fisso
    bersaglio dove inclina
    la rondine: la rima.

    RispondiElimina
  118. Cari Amici e Amiche, sulle parore di "LE APPARENZE INGANNANO, vorrei raccontarvi un fatto che mi è accaduto, ancora oggi dopo 60 anni lo ricordo e a nessuno hò raccontato mai questo episodio, tanto non mi avrebbe creduto nessuno.
    Dovevo avere 10/11 anni, fine estate le risaie da noi aprono le chiuse lasciando fluire le acque verso il Pò, per poi mietere il riso asciutto, i canali di scolo l'acqua non andava via tutta e restava circa mezzo metro di acqua, dove i pesci rimasti erano tanti, anghuille, pesci gatto, a altri pesci che non ricordo il loro nome, con i piedi si camminava nel fond fangoso fango, facendo intorpidire le acque, così i pesci venivano a galla per respirare, essondo torpida l'acqua, e con le mani si buttanavo sulla riva e un nostro compagno le metteva in un sacchetto che poi si divideva in parti uguali e si portava a casa la cena.
    Mentre ero intento a cercare il pesce che veniva a respirare per poi prendere, una decina di anatre, passavano sulla mia destra gracchiando felici per mangiare le alghe di fiume e qualche pesciolino, l'ultima in coda una femmina, emetteva uno strano grido e facendo cadere il collo e il capo non dava segni di vita, allarmato la presi per il collo e cercavo di animarla, in quel momento con la bici il proprietario le stava cercando, in quanto erano scappate da un cortile, inveiva contro di mè parole come delinquente e ladro cerchi di rubarmi le anatre tirandoci il collo, io cercavo di farle capire che si è sentita male ed è morta, non c'è stato nulla da fare per lui ero un ladro mancato.
    Alla sera e il Sabato pomeriggio, compreso la Domenica, andavo come apprendista Parrucchiere nel salone del paese, lui Rocchi si chiamava, non hà voluto farsi fare la barba e tagliare i capelli, mai da mè, e raccontando l'episodio a tutti, le persone sorridendo pensavano visto i loro sguardi,con i sorrisetti come fosse tutto vero.
    Pertanto cari Amici e Amiche, a volte nella vita accadono delle situazioni, incolpandoti igiustamente, per questo ci sono 3 gradi di giudizio, forse a tanti sono accaduti degli episodi simili.
    Un caloroso saluto a tutti, Ambrogio mandaci poi una cartolina delle magnifiche isole della ex Jugoslavia.

    RispondiElimina
  119. Geo splendidi versi ,non li conoscevo

    RispondiElimina
  120. Ciao a tutti! Renzo, penso tu sia andato a cercarla per leggerla intera, ho dovuto togliere dei versi per non occupare troppo spazio. Anche Dino Campana ha scritto di Genova.Un saluto affettuoso

    RispondiElimina
  121. Ciao Amici e Amiche, dove sieti finiti,???? il caldo vi hà fuso la tastiera ?? pesienza Ambrogio che è spaparazzato al sole in una bellissima isola della ex Jugoslavia.
    Fatevi sentire !!!

    RispondiElimina
  122. Ciao a tutti.Lidio, il mio problema non è il caldo a me piacciono i 40 gradi.Il fatto è che in questo periodo sono satata occupata in quanto ho avuto un matrimonio in famiglia e abbiamo organizzato una cena per 70 persone per il gruppo di cui faccio parte con l'incubo del tempo perchè avendola tenuta all'aperto,in caso di temporale, come in effetti stava succedendo,non avremmo saputo dove metterli.Meno male che tutto si è limitato a qualche goccia di pioggia e un pò di vento cosi' la festa ha potuto arrivare alla fine tra risate e musica anni sessanta/settanta che ha me piace tanto. Salutissimi Mariangela

    RispondiElimina
  123. Quest'estate son “prigioniero”, nei giorni feriali, nella mia Genova. Fa molto caldo (ma va!) anche se qui in collina la sera si respira e dal “barconetto di prua” vedo lucciole in giardino e lampare sul mare fra Quarto e Boccadasse. Il porto è sempre lì a far entrar navi e onde ,tranne in questi giorni perchè è piatto come una lastra d'ardesia.Io “ butto “giù una ricettina : spaghetti al cartoccio con polpetti per due/tre persone ,qui a Genova le famiglie non son molto numerose ma si possono invitare degli amici ed aumentar in proporzione ,bello aver amici,possibilmente pochi così si risparmia , ma buoni. Due/tre etti di spaghetti,mezzo chilo di polpetti,50 grammi di olive nere,meglio snocciolate,tre/quattro piccoli pomodori tagliati a metà,pochi capperi,origano,prezzemolo,una “punta” d'aglio,sale,pepe ed olio naturalmente extra vergine.Dopo aver fatto rosolare i polpetti in padella,con coperchio e con l'olio per quattro/cinque minuti ,aggiungere tutti gli ingredienti di cui sopra tranne il prezzemolo.Lentamente,fuoco basso, fate cuocere il tutto per un buon quarto d'ora,poi spegnete il fuego.Intanto qualcuno avrà provveduto a far cuocere gli spaghi a metà cottura,belli al “dente”.Scolate e schiaffateli in padella con l'intingolo per almeno due/tre minuti aggiungendo il buon prezzemolo e saltateli qualche volta senza versarvi tutto addosso,a me succede.Mettete un bel foglio di carta da forno su un bel piattone ed infornate per qualche minuto.Quando la carta prende colore,(non quando prende fuoco),togliete il tutto e servite bollentissimo annaffiando le “vittime “con un buon bianco .Buon appetito e un ciao da renzo. Saluti a Lidio e un appello a Marisa che si fa desiderare.

    RispondiElimina
  124. Ciao a tutti i miei amici del cuore! Come state? Qui a Cesano intorno alle 18 è arrivato un tempaccio terribile, quasi quasi una tromba d'aria (posso dire trombetta?) tutte le piante del mio terrazzo sono cadute e sono tante e anche grandi, il vento ha strappato i tendoni da sole di alcuni vicini che imprudentemente le avevano lasciate abbassate. Domani dovrò controllare tutto per bene.
    Caro Lidio ci siamo ci siamo...solo che alcuni di noi stanno facendo altre cose e altri sono già andati in vacanza, beati loro. Mariangela oggi hai organizzato il matrimonio? Perchè se dici che alla fine è andato tutto bene significa che il cattivo tempo vi ha preso di striscio! Meno male.
    Carissimo Renzo anzi carinissimo, non mi faccio desiderare, ho un pò di problemi di salute in famiglia, e tra prenotare esami e visite a uno, prenotare all'altro, accompagnare, andare dal medico, e quant'altro sono un pò esausta.
    Quindi per rilassarmi e allontanare i pensieri mi dedico al mio nuovo Blog! Sì lo sto rifacendo completamente, ho cambiato anche PC e di conseguenza i programmi, e me li devo pure studiare. Tra l'altro Orietta mi ha chiesto delle foto per un'ennesima iniziativa, che spero si porterà a compimento, e le ho potuto mandare solo alcune foto di quando avevo quattordici quindici anni ed ero in vacanza a Recco, sai che nonostante siano passati alcuni decenni, ricordo ancora il sapore e il profumo della famosissima focaccia?
    Noto che sei un bravo cuoco, anche Lidio se non ricordo male, la tua ricetta la passerò a mia sorella, lei saprà sicuramente apprezzare.
    Sono contenta di aver risposto al vostro appello come direbbe Patrizia e vi mando un abbraccione one one come direbbe Patrizia.

    RispondiElimina
  125. rifaccio l'ultimo pezzo: e vi mando un abbraccione one one. punto

    RispondiElimina
  126. Salve a tutti...dopo un periodo piuttosto movimentato, ho trovato finalmente un attimo di tempo per aggiornarmi e ho letto un sacco di messaggi che ancora non avevo visto. Sono molto felice che anche l'ultima rimpatriata a Praso abbia rafforzato (se mai ancora ce ne fosse bisogno) le molte amicizie sia quelle nate "allora" sia le più recenti. Pur non conoscendo personalmente nessuno di voi, so, comunque, di far parte di un bel gruppo di amici... Per questo voglio salutare tutti quanti da Ambrogio a Lidio e a Renzo (bella la nuova grafica del tuo Blog "Come una tempesta..." - ti leggo sempre, sai che mi piace molto come scrivi!). Non posso certo dimenticarmi di salutare la mia amica Marisa, (anche se ci sentiamo di frequente)...E' UNICA! Riesce sempre ad avere un pensiero per tutti gli scrivani di questo nostro Blog ma, soprattutto, si ricorda sempre di me e questo mi fa moooolto piacere! Un abbraccione onee one e alla prossima.

    RispondiElimina
  127. Ciao a tutti.Marisa mi sono spiegata male,la festa organizzata dal gruppo per soci e non, era sabato sera mentre il matrimonio di una nipote domenica, pensa se veniva un temporale come ieri pomeriggio.Salutissimi Mariangela.

    RispondiElimina
  128. Visto che i cuochi su questo sito sono in tanti, qualcuno mi può dare una ricetta semplice," POLIPETTI E PISELLI IN UMIDO " senza aglio e cipolla a casa mia non piace Rita,e non se ne vede neanche con il canocchiale.
    Ringrazio anticipatamente, l'occasione mi è gradita per salutarvi tutti calorosamente, specialmente quelli che aimè restano nelle metropoli bollenti, come il sottoscritto.

    RispondiElimina
  129. Sono le dieci e siamo qui a berci un caffè,senza latte mettendo in difficoltà Nicla.Ci siete venuti in mente tutti, e abbiamo pensato di mandarVi un caloroso saluto come la temperatura di questi giorni. Un abbraccio Mariangela e Nicla

    RispondiElimina
  130. Ciao a tutti. Vedo che ci diamo sotto con la cucina.Ambrogio e Lorenzo ci siete? Ciao Nicla e Mariangela grazie per il pensiero e i saluti contraccambio e,ho sentito Orietta confermandomi che verrete a Como sono prprio contento almeno di potervi vedere dopo tutti questi anni.Ciao a tutti e a tutte le miss della compagnìa ENZO COMO

    RispondiElimina
  131. EVENTO IMPORTANTE:
    a fine luglio ci fa l'onore di venirci a trovare da Genova "ORIETTA".
    Io con altri amici del gruppo abbiamo pensato di trovarci tutti a Como il 24 luglio, per un pranzo in allegria.
    Spero che possiate partecipare tutti.
    Per maggiori informazioni e dettagli ci sentiremo più avanti.
    Vi mando un caloroso abbraccio Nicla

    RispondiElimina
  132. vincenzo dehò8 luglio 2010 19:58

    Caro Lidio, domani 9 di luglio si festeggia in Argentina il giorno dell'Indipendeza, cosi ci saranno tre giorni di festa, per provare tutti i piatti tipici delle varie Province. Purtroppo i "polipetti in umido" non sono un piatto tipico argentino però in molte famiglie di origine italiana si fanno nel seguente modo. Quindi, se vuoi e la ricetta t'ispira, BUON APPETITO.
    INGREDIENTI
    800 g di polipetti puliti
    250 g di piselli sgusciati o surgelati
    200 g di pomodori pelati
    30 g di olio extravergine d`oliva
    uno spruzzo di vino bianco secco
    1 foglia di alloro
    sale e pepe





    PREPARAZIONE
    Mettete in un tegame di coccio l`olio e la foglia di alloro. Lasciate insaporire per due minuti, poi unite i polipetti lavati e asciugati, alzando la fiamma.
    Cuocete per 5/6 minuti a fuoco vivo perché i polipetti espellano la loro acqua, spruzzate di vino e fatelo evaporare a fiamma viva, quindi salate e pepate.
    Unite i pelati spezzettati, incoperchiate e cuocete per 20 minuti a fiamma bassissima. Trascorso questo tempo scoperchiate, unite i piselli e mezzo bicchiere d`acqua. Incoperchiate nuovamente e terminate la cottura.
    Correggete di sale e pepe, eliminate la foglia di alloro e servite ben caldo con crostini di pane casareccio abbrustoliti.

    RispondiElimina
  133. Ciao a tutti! Stasera mi sento molto importante, grazie Nicla e amici tutti per l'accoglienza che mi state preparando.

    RispondiElimina
  134. CIAO sono Giorgio
    leggo con piacere della gita a Como bellissima idea ,verrei volentieri ma dal 15 ''purtroppo'' saro' in ferie fino al 1 agosto.Ci saro' senz altro alla prossima contate su di me.Un grande saluto a tutti/e buone vacanze.P.S.dai Ori non essere modesta senza dubbio ti meriti una grande accoglienza ciauuuuuu

    RispondiElimina
  135. Ciao a tutti,leggo che c'è un evento importante il 24 quì nel comasco,certo che ci sarò, fatemi sapere dov'è il ritrovo e in un batter d'ali arrivooooo!Ciao a tutti ENZO COMO

    RispondiElimina
  136. Peccato,peccato,peccato,torno il 25 ,sarà per la prossima,saluti atutti.Valerio

    RispondiElimina
  137. ciao a tutti/e .......io ci saro !

    RispondiElimina
  138. Buongiorno bella compagnia come state a parte il caldo?
    Ti ringrazio Nicla dell’invito, ho risposto nella tua bacheca.
    QUALCUNO MI SA DIRE CHI E’ L’UTENTE N°102967396958762295486 che mi lascia
    commenti ma resta anonimo? Anonimo ti ho risposto lo stesso, ora dimmi chi sei!
    Ciao Fiorenza come stai, ho letto che parteciperai al prossimo incontro.
    Ora, vorrei fare, con il vostro appoggio una proposta a Renzo:
    "che ne diresti di scrivere un romanzo sulle nostre esperienze vissute a Prasomaso cominciando, per esempio, con quella di Lidio che è stato lassù cinque anni? In quel periodo ha visto Mussolini che aveva la sorella ricoverata. Di spunti per scrivere ce ne sono proprio tanti eh Renzo che ne dici?"
    Un abbraccione a tutti.

    RispondiElimina
  139. Buonasera a tutti: poco fa ho sentito Carmen (che saluta tutti quanti)e che ha trovato un buon ristorantino per il prossimo incontro. Si trova in cima a Montevecchia, e tra l'altro servono un ottimo risotto al rosmarino.
    Cara Marisa, penso di essere io quell'anonimo, ma non perchè volevo rimanere nell'ombra, ma più semplicemente perchè più di così non son riuscito a fare. Volevo esprimere un commento ai tuoi "primi messaggi" e invece del mio nome è uscito quel numero chilometrico.Mi piacerebbe che ci fossi anche tu il 24, assieme a Lidio e alla signora di Gorgonzola che in tempi non lontani, ha saccheggiato assiduamente i negozietti di Montevecchia! Dai, fateci un pensierone: in fondo è qui vicino e si tratta di mezza giornata! Un affettuoso saluto a tutti!

    RispondiElimina
  140. Dehò Vincenzo12 luglio 2010 05:20

    Carissima Marisa, bellisssima la tua idea di far scrivere un romanzo con le nostre esperienze vissute a Prasomaso, devo dirti che tutto quello che si riferisce a cultura e arte sono sempre disposto ad aiutare e appoggiare queste sane iniziative. Però, dovremmo fare in questi casi, ricerche un po' più profonde e ben documentate(solo con la fantasia non serve) per non mettere al futuro autore del libro e Prasomaso.it in una posizione scomoda. Dico questo perchè vuoi aprire il primo capitolo del libro con le esperienze di Lidio. quello che segue, è il mio piccolo contributo affinchè il libro si possa scrivere, editare e distribuire al più presto.
    "I Protagonisti"
    Racconti degli ospiti
    Ho letto più volte l'avventurosa vita dell'amico Lidio, ciò nonostante, sarebbe utile che spiegasse un solo particolare che mi lascia un po' incredulo, dato che, non riesco a capire come un ragazzo di 21 anni (1959?), dopo essere stato ricoverato in un sanatorio con tbc per ben cinque anni, può essere arruolato nel servizio militare, e non esonerato oppure riformato,quando tutti sappiamo che in quegli anni la tbc non era stata ancora debellata e l'esame di leva non era uno scherzo, cosi pure l'Esercito Italiano che non si sarebbe fatto assolutamente responsabile, anche se guarito, di un ex di Prasomaso.(sarebbe un'imboscato alla rovescia) Guarda un po' anchio ho fatto la famosa visita medica a Milano all'ospedale di Baggio, (in quell'epoca bisognava presentarsi per tre giorni consecutivi, non chiedermi il perchè) nel gennaio del 1962 (che freddo e gelo in quegli stanzoni pieni di ragazzi nudi) Nome, cognome, peso, altezza, circonferenza toracica, e con i miei antecedenti sono stato riformato, immediatamente, macchè arruolato, macchè tre giorni. (Anchio sono stato operato di appendicite nel 1953 presso la clinica San Giuseppe , oggi Ospedale San Giuseppe, via San Vittore 12 Milano con anestesia locale).
    C'è di più: nel preparare tutti i documenti necessari per andare in pensione (passano gli anni, e se Mirco mi critica per i miei ricordi tardii, qui puo trovarne alcuni chiari, precisi, attuali e irrefutabili) l'INPS si ricorda di me,e sicuramente anche di tutti voi, dato che sull'estratto conto che elenca i periodi contributivi viene registrato il periodo 01/05/1960 al 30/06/1962 come "malattia specifica" (dal 05/1961 al 30/06/1961 a Prasomaso il resto sono i mesi del famoso pneuma come dimesso dal sanatorio) Dicevo all'inizio, e qui finisco, è solo questo particolare che mi preoccupa, come ha potuto Lidio, intrufolarsi nell'Esercito. Il resto del racconto è affabile, credibile e avventuroso.
    p.s.Se volete vi posso mandare un po' di vento gelido dall'Antartide cosi potrete sopportare meglio le alte temperature. Un affettuoso saluto.

    RispondiElimina
  141. Caro Dehò, dopo un pò di silenzio, ti fai sentire, in gran parte con delle sciocchezze come tuo solito fare.
    Non è certo a tè che devo spiegare se ho fatto il militare, e non mi sono intruffolato, in quanto mi ritengo in dovere anche verso tutti gli amici di Praso, di scrivere quanto segue.
    La prima vista è stata fatta nella scuola di Copparo (FE)18 anni con la famosa stecca e la foto con su scritto abile , ai medici le dicevo del mio ricovero, dicendomi che vi era solo una piccolissima cicatrice, e che per loro io ero abile.
    Poi le famose 3 giornate come dici tu a Milano io le ho fatte a Pesaro,e ancora ho spiegato il mio ricovero, anche perchè allora si facevano 18 Mesi e non avevo assolutamente voglia di fare la Naja.
    Nonostante tutto mi avevano fatto abile non solo per la Fanteria, ma inviato all'Ospedale militare di Bologna, per 5gg di ulteriori visite, per il corpo dei Paracadusti, uscito abile, poi al ricevimento della cartolina precetto,con mio rammarico mi mandano a Palermo per il C.A.R. Centro addestramento reclute, a Palermo chiedo di Parlare con il Colonnello comandate il reggimento, come mai ero andato lì anziche a Pisa deve vi sono i centri di addestramento per i Parà, io oramai ci tenevo ad andare a Pisa, visto che i miei Nonni e Zie abitavano a Pontedera, cosi ero vicino a loro, il Colonnello, apre il mio dossie, facendomi vedere che io effettivamente ero destinato nei Parà, essendo con il cognome che inizia dallaV, siccome erano in tanti abili, hanno scelto dall'inizio per essera arruolati dalla lettera A, alla M essendo a sufficenza, non sono andati oltre, essendo in esuberanza le ruclute, mi diceva che può succedere, cosi dopo il car, sono stato inviato nei Lagunari a Mestre, con destinazione Caserma Guglielmo Pepe Lido di Venezia, ora chiusa e abbandonata, dopo il militare nel 1995 è stata creata una ASSOCIAZIONE. LAGUNARI. TRUPPE. ANFIBIE con diverse sezione nel Nod/ Est, dove di solito risiedono la maggiorparte dei Lagunari una sezione che raggruppa tutti i Lagunari che non sono redidenti nel Veneto, ma sparsi in tutta Italia come il sottoscritto, io sono socio della Sezione Nazionale che è a Novara, e sono il coordinatore per Torino, dove le Associazioni d'arma inviano al mio indirizzo, gli inviti per partecipare alle cerimonie e parate,con il nostro Labaro dei Lagunari, per la città di TORINO. Se ancora non ci credi ti invierò il Congedo via mail ma non credo sia necessario.
    Credo di essere stato chiaro, se poi riesci a farti anico su Facebook,ma ne dubito che riesci, nel mio profilo vi soo foto dall'inizio sino alla fine della naja, oppure vai su www.lagunari.it, digita sul motore di richerca del sito, il mio nome e ti appare il tutto.
    Sono molto lusingato di apparire come primo ricoverato nel Libro che si à intezione di stampare, devo però dire a Marisa vi è un errore, in riguardo a Mussolini, ne parleremo poi.
    Per la Cronaca, dopo il secondo anno di ricovero, sempre come mi dicevano i miei genitori, il sanatorio scriveva di andarmi aprendere, ma non sapevano come fare c'era la guerra i mezzi, erano in parte distrutti, cosi hanno aspettato la fine della guerra pr venirmi a prendere, così mio malgrado ho dovuto farmi tutti quegli anni.
    Un caloroso a tutti.

    RispondiElimina
  142. Sere fa son sceso dalla collina verso la marina fino al “boulevard quintese” (via gianelli) a guardare un po' di gente affannarsi a “conquistar” un gelato al bar Colombo.Quinto alla fine degli anni '50 era un'aiuola sul mare,c'era pure la squadra di pallanuoto in serie A e le partite si giocavano in mare non troppo lontano da riva,l'arbitro stava in piedi in traballante equilibrio su un gozzo con fischietto e bandierine bianche e nere come le calottine (cuffie)dei pallanuotisti, non c'erano piscine,il campo era segnato da galleggianti che danzavano sull'acqua assieme ai giocatori circondati da un nugolo di barche colme di spettatori.Il sabato e la domenica ai “giardini” c'era pure il vigile nel suo “baracchino” ovale vestito in una elegante divisa bianca corredata di casco “sahariano”,insomma non mancava proprio nulla ,anche se sopravvissute palme e pini marittimi dislocati fuori e dentro rinnovate ville avevano ,come me ,cinquant'anni di meno. Seduto ad un tavolo fuori dal dehors c'era Enrico con un pernod in mano,(per i profani ,nel caso ci fossero,il pernod è una verdastra imitazione dell'assenzio e sa di liquirizia,allungato con l'acqua sembra latte andato a male) Enrico B. figlio di un impresario edile degli anni '60 fa il palombaro da una vita.E' forse l'unico di noi che è riuscito a realizzare i propri“sogni professionali” immergendosi da una quarantina d'anni fra il Giglio e l'Elba,Ponza ,Gaeta fino in Sardegna ed in Salento.Lui è nato in mare ,già nella primissima adolescenza suffragato da discreti centimetri di “grasso “andava per polpi anche a ottobre quando l'acqua per tutti gli altri era decisamente troppo fredda. Ho accettato un fresco frizzantino anche se l'ora tarda ed il caldo quasi assassino non lo consigliavano,anche lui è già nonno ma come me lamenta con rammarico il fatto di non esser stato,a suo dire, un buon padre. Entrambi un poco egocentrici ma così diversi,forse isolati,ma carichi di entusiasmi seppur senza eco,relegati in un'anima senza troppi seguiti,abbiamo rinnovato i sogni di quando eravamo ragazzi ,un lungo viaggio fra gli aspri odori del mare,su per le colline fino a paesi lontani.... Ciao a tutti

    p.s. Un caro saluto a Marisa e a Patrizia.Ciao Ambro ben tornato,Ciao a Mirco e Geo e ancora a tutti

    RispondiElimina
  143. Dehò Vincenzo12 luglio 2010 21:59

    Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  144. Caro Dehò,ancora una volta ai perso l'occasione per stare lontano il più possibile da questo sito.
    Soltanto un mente contorta come la tua poteva pensare che una persona possa sostuirsi, o inventare di aver fatto il militare, nonostante le foto e i racconti che possono essere spiegati solo da chi realmente ha fatto la naja.
    Minimo, dovresti chiedere scusa al sottoscritto, e tutti gli amici di Praso.
    Marisa si è confusa, con una bambina che Mussolini si è avvicinato ad accarezzare, Mussolini non sò che epoca fosse, sò di certo che aveva il braccio sinistro tenuto con un tutore al collo, dato che ai tempo di scrivere delle pagliacciate, leggiti un pò di storia del fascismo, e ti renderai conto cosa Mussolini ha fatto per costruire il Sanatorio Umberto I°, dove anche tu dici di essere stato ricoverato, doveva costruire 4 corazzate, ne ha costruite solo 3 il costo della quarta ha costruito il Sanatorio.
    Inoltre se capisco di essere sopportato dagli amici di Praso, andrei a nascondermi e non mi fare più sentire da nessuno, come tu avresti dovutu fare da pareccho tempo.
    I polipetti al sugo senzaltro farò tutte le ricette che mi sono arrivate, meno che la tua, mi andrebbe di traveso, questo è sicuro.

    Scusate amici, dello sfogo, un saluto a tutti.

    RispondiElimina
  145. Dehò, ti decidi a crescere? e tu Lidio non rispondere alle provocazioni. Un abbraccio a tutti e due , mi sembra di essere una mamma che sgrida i suoi bambini

    RispondiElimina
  146. Brava Geo!Basta con queste schermaglie: non fanno bene a nessuno.

    RispondiElimina
  147. Ciao a tutti.Ambrogio, va benissimo il ristorante a Montevecchia, mi puoi far sapere come si chiama? Venerdi sera faccio una passeggiata (aperta a tutti)sul lambro spero di vedere qualche animale notturno ,che dopo i gatti sono i miei preferiti. Salutissimi Mariangela

    RispondiElimina
  148. dehò vincenzo13 luglio 2010 13:16

    Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  149. Buon pomeriggio a tutti! Ciao caro Vincenzo, quando vai in vacanza e quanto tempo starai via?
    Dai che scherzo, però" te me paret un pu un rampin" ti dedico una poesia nella certezza di addolcirti un pochino e renderti un pò meno rompino.

    La nustalgia l'è che la roba che te ciapa all'impruis
    quant te ghe i cavèi sul gris,
    quant te se fermet a pensà ai temp indre ai temp andà.
    Quant te se rivedet picinin cun i calsun curt e scusarin,
    quant te penset a tua mama che te svegliava a la matina,
    e dopu di un'urasiun la te preparava la culasiun.
    Quant te penset ai amis de giuentu,
    che in andà via e turnen pu.
    Quant te penset al to vècc paes, circundà da tanti pra
    cun i paisan a restelà.
    E dopu un di de laurà se pasava i ser a ciciarà.
    E se te vedet che i ann pasen e vulen via,
    viv el to temp in alegria e fass no ciapà da la nustalgia.

    Un abbraccio a tutti anche a te (se ti va)
    Mircooooo oh Mirco dove sei????
    P.S. un salutone a Renzo (che ne pensi di quello che ho scritto venerdì?) ciao Patri

    RispondiElimina
  150. Ciao a tutti! Renzo ci sarai sabato 24? complimenti sempre per i tuoi scritti e per la ricetta esposta in modo molto divertente. Dopo il tuo avvertimento non la farò cucinare a Mirco, non vorrei poi doverlo portare il lavanderia.

    RispondiElimina
  151. Ciao Mariangela, il ristorante si chiama "Carlambroeus" (però non è mio, te lo garantisco!).Si trova proprio in cima alla collina di Montevecchia da dove si può ammirare mezza Brianza. Attenta ai lupi venerdì sera e bada a non perderti!
    Un saluto particolare a Renzo che ci allieta sempre con i suoi piacevoli racconti e un ciao a tutti quanti!

    RispondiElimina
  152. Carissimi Amici, aggiungete 2 posti a tavola, ci siamo anche noi, in quel di Montevecchia LC. Lidio e Rita, arrivederci il 24.

    RispondiElimina
  153. CIAO Lidio sono proprio contenta che venite è una bella occasione per conoscersi.Ci vediamo al 24.Salutissimi Mariangela

    RispondiElimina
  154. Ci son storie e storie ,la nostra è un po' speciale e forse unica ma proprio per questo difficile da comprendere se non vissuta ,bisognerebbe capire come renderla interessante anche per i “non addetti”,sempre sia necessario, quindi l'idea di Marisa ed Ambrogio inerente un'eventuale libro sull'argomento è certamente un'opportunità per raccontarci e coinvolgere anche chi non si è forse espresso appieno e magari ha qualcosa di inedito da farci conoscere ,se ne può parlare sicuramente occorre la collaborazione di tutti,lasciamo evaporare il caldo poi col fresco …...“la mente vola”.Ciao a tutti

    p.s.1 Qui in collina le cicale sono letteralmente impazzite,nascoste fra immobili ulivi “vuvuzelano” incessantemente .Quest'inverno moriranno sicuramente di fame.

    p.s. 2 Geo ti autocensuri?Mai pentirsi di ciò che si scrive.Non pentirsi di nulla è l'inizio della saggezza.

    RispondiElimina
  155. Renzo, ciao, non mi sono autocensurata, volevo "firmare" la censura precedente, ma ora me ne hai dato l'opportunità ed ho rimosso definitivamente il mio commento.
    Ma sei proprio sicuro che non ci si debba mai pentire?
    A tutti un saluto "caldissimo"

    RispondiElimina
  156. Prima dei "sessanta" forse ,dopo direi di no anche se la frase,pur condividendola, non è mia,naturalmente sempre nei binari del lecito.

    p.s. stasera fà talmente caldo che anche le lucciole han spento la luce

    RispondiElimina
  157. carissime organizzatrici dell'incontro del giorno 24, in quella data penso di essere in vacanza, non ancora definita nei dettagli, ma se sarò non troppo distante dal Carlambroeus sarò con voi...un caro saluto a tutti ciao

    RispondiElimina
  158. Ciao Claudio spero che al 24 non sei lontano da Montevecchia cosi' ci rivediamo. Salutissimi Mariangela.

    RispondiElimina
  159. ciao a tutti, ci saranno anche Mirco e Roby Regazzo e forse Magda. Renzo, Renzo, tu cosa fai?

    RispondiElimina
  160. Due escursionisti genovesi( due a caso.....facciamo Mirco e Furio) sono da tre giorni bloccati in una baita d'alta quota per un'improvvisa bufera fuori stagione. Al quarto giorno sentono bussare: " Chi è?" chiedono i due. "Siamo la Croce Rossa!" " Grazie, ma abbiamo già dato!"! Dai Renzo, stacca per un giorno e vieni in Brianza!

    RispondiElimina
  161. Ciao Orietta .vedo che stai organizzando un bel gruppetto, ci vediamo sabato.Salutissimi Mariangela

    RispondiElimina
  162. Arrivai a Praso col sale del mare ancora addosso,in testa fino allora il rumore della barca che "raschiava" la sabbia prima di entrare in acqua per poi scivolar via leggera verso il largo senza rumore. Improvvisamente mi ritrovai solo, disarmato,"nudo" nella neve anche se con maglione e scarponi ,pure lì c'era silenzio ,un silenzio diverso che non conoscevo ed ebbi paura.
    Oggi ho immaginato un "trasferimento virtuale" in quei luoghi a bordo di un fantasioso leudo con la vela un poco rabberciata come fossi un ologramma trasportato da un computer."Navigando" fra quelle rovine ho rivisto così la mia camera,ho sentito le voci dei miei compagni,ho “dipinto” negli occhi le montagne intorno e inspirato quell'aria che forse non avevo apprezzato, in quella gran pace ho percepito per un attimo l'eco della risacca fra gli scogli marini,poi ho sentito il dolore di quei giorni svanire, perdersi come la sabbia nel vento,ho gettato l'ancora e non ho avuto più paura..... Ciao a tutti

    p.s. come al solito il 24 non sarò presente ma prima o poi ce la farò

    RispondiElimina
  163. Ciao a tutti!
    Renzo tu hai un'ancora...
    Buonanotte a tutti

    RispondiElimina
  164. Buongiorno a tutte/i, finalmente il clima, almeno qui in Brianza si è rinfrescato. Ieri sera, dalle 17 alle 19 c'è stato un nubifragio con pioggia vento e grandine. Volevo scusarmi con le ragazze/i che si incontrano oggi, per non aver augurato loro una felice giornata. Lo faccio ora anche se in ritardo, inoltre auguro, nessuno escluso, una rilassante e fresca estate.
    Ciao Patri, ciao Renzo (mio scrittore preferito sempre!)

    RispondiElimina
  165. ciaoooooooooooooooo grazie a tutti e tutte della bellissssssssssimaaaaaaaaaaaa giornata !!!!!!!!!!!!!!
    spero a presto !!!!!!!!!
    Livio hai una moglie deliziosa e dolcissima !!!!!!!!!
    Claudio spero di vederti al prossimo incontro !!!!!!!! come spero di conoscere e rivedere tutti quanti
    un abbraccio !!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  166. Io e Rita , vi ringraziamo, della bella giornata trascorsa in allegria, e di esitere, per rivederci un'altra volta, siete stati tutti nessuno escluso, un'ottima compagnia, Rita ringrazia Fiorenza, e sontraccambia di cuore.Un grosso abbraccio a tutti.

    Lidio, e Rita VEZZALI,

    RispondiElimina
  167. ciao a tutti anchio voglio ringraziare tutti della bella giornata che ho passato e son contentissimo di aver conosciuto Fiorenza (sei simpaticissima) Lidio (sei un grande)e sua moglie Rita(anche lei grandissima) spero che ci rivedremo presto ciao Nicla Mariangela e tutti/e quelli che hanno partecipato vi saluta tantissimo anche mia moglie Cristina ciao ancora siete tutti grandissimi buona domenica dall anonimo Lorenzo da Cremella

    RispondiElimina
  168. Dopo una lunga giornata a Milano sono a casa di Nicla con Mariangela ed approfittiamo di qualche minuto di pausa, in attesa di una notte brava ai navigli, per salutare e ringraziare tutti per la bellissima giornata e la affettuosa compagnia.

    RispondiElimina
  169. Un Saluto caro e un ringraziamento per la bella giornata trascorsa a MonteVecchia sopra il Pirellone e la Brianza..
    Saluto Lorenzo che è la felicità fatta a persona e la donna di Cremella di nome Cristina, Le dolci Fiorenza e Mariangela, salutissimo a Lory, un fiore che si muoveva continuamente, quella Bestia Buona di Alfredo, Colombo e signora, Lidio (e gentile signora)che ho apprezzato molto soprattutto per le risposte divertentissime e Giuste date al "sudamericanino", un grande saluto al piccolo grande Uomo e signora (Ambro e "la Piera"), alla Carmen veramente silenziosa ma terribilmente presente, Tutti quanti insomma. Ma...MA: devo ringraziare anzi, alcuni di noi dobbiamo ringraziare(io, Geo, Roberto Regazzo, Ambro, Lidio e signora) e lo facciamo ora, il "Generale Nicla" che ha contribuito ad organizzare la mangiata ma ha soprattutto contribuito a far si che la mangiata si facesse. Infatti, tra spostamenti e ansie varie e una decina di telefonate,il Generale buono ci ha reintrodotto nelle strade giuste (o maestre, al fine di arrivare al ristorante..altrimenti NOI, sopra citati, saremmo rimasti a girovagare tra una tangenziale ovest e l'altra , tra una Nord e l'altra, tra una est e una sud...e così via..in pratica: saremmo ancora ora dopo 24 ore..in macchina: chiusi, sudati e senza acqua senza tempo senza niente ...Ora saluto tutti ancora e saluto anche Marisa. Renzo ciao. Il libro, cara Marisa, è una buona idea io (non per vantarmi, asolutamente no) glielo avevo già consigliato tempo fa. E' una cosa che si può fare...ma giustamente ci vuole tempo e storie da mettere dentro...ma qualcuna lui la ha già di storia..

    RispondiElimina
  170. E si che avevo raccomandato a Geo di non appisolarsi, specialmente sui raccordi delle tangenziali! E invece no: ha chiuso gli occhi un momento e il buon Mircuccio ne ha approfittato per andare a finire in un hangar di Linate o giù di lì! Lui del resto è nato per l'avventura ed era appena tornato alla civiltà dopo aver trascorso un periodo allo stato brado nei boschi del Trentino.Per cui, tutti quei cartelli " vai di qua, gira di là qui non si passa......ecc ecc." suonavano per lui come imposizioni inaccettabili e quindi si è giustamente ribellato!Comunque alla fin fine ci siamo ritrovati tutti assieme per un'altra giornata in compagnia. Compagnia che diventa ogni volta sempre più piacevole da frequentare e che stavolta è stata pure impreziosita dalle presenze nuove di Lidio e Rita e dal ritorno di Fiorenza. Purtroppo come sempre il tempo vola e nonostante i cento discorsi fatti, altri mille aspettano ancora il loro momento! Quindi....alla prossima!
    Lorenzo dici che siamo grandissimi ed è magari vero: però se lo siamo il merito è anche tuo e di tua moglie oltre che di tutti! Un abbraccio estivo a tutti quanti!

    RispondiElimina
  171. ciao a tutti, volevo fare un breve resoconto della giornata di sabato per chi non era presente, ma Mirco e Ambrogio mi hanno preceduta. Ricordo solo la gradita sorpresa che ci ha fatto Enzo di Como, che ho finalmente conosciuto, raggiungendoci dopo pranzo.In questi giorni sono insieme a Mariangela e Nicla molto occupata, mi rifarò viva tra qualche giorno. Nel frattempo ho iniziato a pubblicare le foto dell'incontro, per ora le troverete su il mio album Picasa.Siamo in partenza per il Lago Maggiore, buona giornata a tutti, in particolare agli "assenti", assenti solo fisicamente ma presenti sempre nel nostro cuore.

    RispondiElimina
  172. carissime amiche e carissimi amici dai commenti che si vedono nel BLOG emerge che nell'incontro di sabato vi siete divertiti e che eravate in molti.
    Mi dispiace non aver potuto partecipare fisicamente ma con il pensiero sono stato con voi...
    pubblicate le foto
    saluti

    RispondiElimina
  173. Ciao a tutti, hò ricevuto le foto di Ambrogio, che ringrazio publicamente in queto sito, tra le sue e le altre foto, dovrebbe uscire un bel album, perciò attendiamo fiduciosi, Non solo il sottoscritto ha sbagliato strada, sento che anche altri sono rimasti impantanati,
    hò scoperto un'altro girone Dantesco, oltre che l'inferno il paradiso,e il purgatorio, sono le tangenziali, est e ovest, di Milano un ingroviglio di trabocchetti che aimè sono incappato inesorabilmente, ho dovuto fare intervenire Ambrogio con il telefono, e dopo avermi fatto battere sul petto un mea culpa,
    mi ha fatto vedere la via giusta, e così dopo 2 ore di fuori orario dalla tabella di marcia, siamo riusciti a vederci.
    Alfredo, grazie della telefonata, un abbraccio a tutti.

    Lidio e Rita.

    RispondiElimina
  174. buon giorno. mi ero dimenticato di salutare, fra gli "assenti" alla mangiata di Montevecchia il Bel Rossatini (ciao Claudio), il bel Gfrulla, il..insomma bel Cilloni e, ovviamente, Furio (bestia del West)

    RispondiElimina
  175. Scusa Lorenzo, era tua la telefonata, hò scambiato il nome perdonami, sai noi vecchietti spesso facciamo delle tampe
    Salutoni a tutti

    RispondiElimina
  176. Domani pomeriggio siete invitati tutti al caffe party con Orietta e Nicla ad Albiate via G.Pascoli 14 ALBIATE Ciao a tutti Mariangela

    RispondiElimina
  177. ciao a tutti e tutte !!!!!!!!!!!!
    scusa Livio ho ancora problemi con il mio pc (non ha piu' spazio di memoria) e non posso scaricare le foto per inviartele e inviarle ........... quancuno mi puo' aiutare ? che devo fare ? mi dice (il pc) di canfellare dei file ..ma ho paura di fare dei danni !!!!!! aiutatemi !!!!!!!!!!!!! escluso Ambrogio pero' !!!!!!!!!!!
    baci a tutti !!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  178. Ciao Fiorenza, Clicca su start, poi su pannello di controllo, poi su installazioni e applicazioni, e cancella dei programmi che non sono essenziali, cosi allegerisci il disco rigido della memoria.
    In bocca al lupo, dimmi poi.
    Saluti a tutti

    RispondiElimina
  179. Ei Fiorenza!Sarebbe a dire "escluso Ambrogio"?

    RispondiElimina
  180. Me lo sono chiesto anch'io Ambrogio, cosa gli ai fatto ??????

    RispondiElimina
  181. grazie Lidio oggi ci provo !!!!!!!!!!!!!! non spaventatevi !!!!!!! Ambrogio era escluso perchè ieri mattina mi aveva gia' dato un suggerimento per svuotare il mio pc !!!!!!!!!!!!!! ma non mi ha dato fiducia e allora l'ho escluso ma era una battuta !!!!!!!!!!!!!
    baci baci baci
    salutoni a tutti ma a Rita in particolare !!!!!!!!!!
    ciaoooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  182. ciao Lidio ho provato ma sull'elenco di programmi in installazione e applicazione escono tantissimi prog. e mi sembrano tutti utili .......... ho paura di cancellare qualcosa d'importante....... sono ancora al punto di partenza !!!!!!!!!
    comunque grazie !!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  183. Fiorenza, leggo che ora dici il mio nome giusto,Prova a scaricare anche la posta inutile, eliminarla prorio, devi solo alleggerire il disco, guarda bene, di file inutili ce ne sono tanti.
    In bocca al lupo.
    Ciao a tutti, Lidio e Rita.

    RispondiElimina
  184. Ciao a tutti.
    Orietta, quando ti decidi di inviare le foto sul sito ???, visto che hai finito di fare la Thelma & Luis,in giro per l'Italia, aspetti il prossimo incontro a Torino ????.
    Un caloroso abbraccio Orietta, e a tutti i partecipanti di Monteveccha.
    Lidio e Rita.

    RispondiElimina
  185. Ciao a tutti voi,che considero miei amici,ed è per questo che sento di condividere con voi una mia sensazione,adesso di malinconia, perchè Orietta oggi è tornata a casa, e la mia mi sembra vuota.Abbiamo passato 5 giorni meravigliosi assieme,devo ringraziare anche Mariangela che ha abbandonato la sua famiglia per stare con noi.
    Abbiamo visitato Milano!!!!il lago Maggiore!!!!e Monza!!! abbiamo potuto vedere tutto, ma quello che ci è rimasto più impresso sapete cos'è : il mangiare e il bereeee " faceva caldo".
    Le sere poi non vi dico sono state meravigliose, abbiamo mangiato (naturalmente,non abbiamo bevuto niente )ma chissa perchè l'alcool ci ha fatto parlare, parlare,parlare di cose veramente interessanti ( UOMINI ).Sono stati 5 giorni pieni e sono volati, ma come ci siamo dette più volte:"Questo è solo l'inizio" Genova e Milano adesso sono più vicine.
    Grazie ORIETTA e MARIANGELA un grazie a tutti quelli che sono venuti sabato a pranzo,anche se molti si sono persi sulle strade dritte di Milano, (ma come si fa).
    Un forte abbraccio a voi tutti presenti e anche gli assenti. Nicla

    RispondiElimina
  186. Ciao a tutti, un ringraziamento a Nicla e Mariangela per la deliziosa ospitalità, a Fiorenza, che per una indisposizione non ha potuto partecipare alle nostre "pazzie". Questi giorni di convivenza con la compagne di Prasomaso sono state magiche, in pochi minuti si sono cancellati 40 anni, e ci siamo ritrovate complici e intime come allora. E' stato un ritorno alle emozioni e ai giochi di quando eravamo ragazze, ai racconti dei nostri sogni e delle nostre aspettative come facevamo nelle lunghe ore di sdraio su a Praso.E i protagonisti di uno degli argomenti preferiti delle nostre serate siete stati proprio voi ex ragazzi, oggi uomini, gli stessi di cui si parlava tra di noi a Praso, ricordi dolcissimi di amori indimenticabili. Eravate i nostri eroi ed eravate tutti bellissimi (naturalmente ognuna di noi ne preferiva uno). Non vi racconto altro, ora non siete più quei magnifici ragazzi (e noi non siamo più quelle bellissime ragazze), ma ora ci vogliamo tutti bene e siamo un gruppo unico.Mi sono lasciata un po' andare , Mirco non approverà, ma spero tanto che Leo legga questo commento e si faccia vivo.Grazie ancora a Nicla Mariangela e Fiorenza .
    Lidio, ho già pubblicato qualche foto, sono in coda alle foto in immagini 2010, dopo quelle del raduno a Poggiridenti di Maggio. Domani continuerò a caricarne altre, aspetto anche quelle di Fiorenza.
    Alfredo, che finge di snobbarci, lui, vero duro,che pensa questi nostri incontri inutili sentimentalismi, é sempre presente, ce lo siamo ritrovato anche martedì in casa di Mariangela.
    devo fare un piccolo appunto al nostro amministratore, ultimamente non si fa nè sentire nè vedere, Claudio ci sei?
    Dimenticavo. Mentre ero con Mariangela in casa di Nicla, mi ha chiamata al cell Loretta di Cividale e oggi ho trovato una sua lettera, Vi saluta tutti e si terrà in contatto con noi tramite lettere non avendo a disposizione un PC.Ora chiudo con un grande saluto a tutti

    RispondiElimina
  187. Non ho un preciso ricordo della prima mattina in sdraio anche se la prima notte la ricordo molto bene. Sicuramente il tempo non era buono,immagino banchi di nubi a valle con le montagne che sembravano “galleggiare”in quel mare di nebbie. Alcuni ragazzi soffiavano verso di me per mostrarmi che lì faceva veramente freddo ,la coperta la tirai sicuramente fino sotto al mento,c'era ancora l'ultimo sole ed il mare calmo d'inverno nei miei occhi ,il cuore non “soffriva”,nè accusava troppo quel freddo, forse l'avevo perso per strada mentre salivo su per quei tornanti .” Ci vorrebbe un punch caldo al rhum “ disse qualcuno. La neve,immagino, la vidi cadere poco prima di Natale,la musica spezzava quei silenzi ed a tratti somigliava ad un grido che si perde in mezzo al mare .Pensai alle spiagge deserte,con le barche in “ferie” coperte dai teli,agli amici a casa,ai compagni di scuola ma non mi sentii troppo solo in fondo la solitudine mi aveva accompagnato fin dalla primissima infanzia ed era diventata quasi un'amica ,avevo un solo timore che mi terrorizzava :quello di non poter guarire,di perdere il cielo blu delle notti d'estate,quando le lunghe giornate ti facevano dimenticare anche di tornare a casa,di non svegliarmi la mattina nel vecchio sofà dai nonni con il “caffelatte” caldo e le gallette Saiwa cariche di marmellata....

    p.s. geo ,tu che "snidi" amiche da tutte le parti,aiuta Mirco a scovare gli amici friulani così non avrò scuse per il prossimo happening nelle terre del Refosco ciao a tutti

    RispondiElimina
  188. Bravo Renzo, che oltre a farci conoscere e apprezzare i dintorni di Genova e deliziarci con gustose ricette, ogni tanto ci riporta lassù in quel di Praso dove ciascuno di noi ha lasciato qualcosa di sé.
    Anch’io al pari di lui non ricordo granchè del primo giorno di sdraio; e nemmeno di quelli seguenti preso com’ero da un conflitto interno di ribellione e avversione verso l’ambiente che mi precludeva ogni libertà! Di quei primi giorni ricordo però benissimo le cime innevate delle montagne che sarebbero state il mio unico orizzonte per diciotto lunghi mesi: erano i primi giorni di aprile e verso sera, il sole calante dava alla neve una tonalità di rosa in una visione che rasserenava un po’ il mio animo depresso! Poi anche l’ultima chiazza di neve si è infine sciolta e assieme ad essa se n’è andato anche il mio costante malumore, così che pian piano ho cominciato ad apprezzare ciò che mi stava attorno lasciandomi assorbire da quel tipo di vita apparentemente uguale ma mai monotono.
    Ricordo un episodio dell’inverno seguente, quando la neve era tornata a coprire la montagna suddetta ( pizzo di Rodes il suo nome): era un mattino senza sole e me ne stavo in sdraio in veranda come tutti contemplando come al solito (non avendo alternative) la mia montagna incantata. Ed è così che mi è parso di vedere sul finire della vegetazione una figura in movimento che in breve ha coinvolto metà veranda! Chi ci vedeva un uomo che stava salendo, chi lo vedeva in discesa, per alcuni andava a destra, per altri a sinistra ……ognuno aveva la sua personale allucinazione! Poi, un potente cannocchiale con treppiede ha rimesso tutto nella giusta realtà : si trattava nientemeno di ciò che poteva essere in quel posto: un piccolo abete un po’ isolato dal resto dei suoi simili! Però intanto un’altra mattinata era scivolata via………Ciao a tutti quanti!

    RispondiElimina
  189. wow! Renzo Ambrogio , se continuate a scrivere voi, l'editoria fallirà. Leggeremo tutti solo i vostri racconti, sono coinvolgenti,Siete veramente bravi , avete la poesia nel cuore e la trasmettete con le parole. un bacio

    RispondiElimina
  190. Carissimi, amici e amiche, il prossimo incontro se siete d'accordo lo faremo a Torino, come già ho sentito Claudio e Ambrogio, la data sarà per il 23 Ottobre, non trovate scuse, siete avvisati per tempo, Torino si può venire benissimo anche in treno e comodissimo, non è il groviglio di Milano, faremo il pranzo leggero in centro, o sotto la Mole o in Piazza, Gran Madre, e vi farò da cicerone per il centro storico. Marisa non trovare scuse, spero che verrai.
    Resto in attesa, di sentirVi.
    Un abbraccio a tutti, Lidio e Rita

    RispondiElimina
  191. Per me va benissimo! Ciao a tutti

    RispondiElimina
  192. per me va bene !!!!!!!!!! anzi segno gia' la data !
    bravi Renzo e Ambrogio !!!!!!!!!!!!
    ciao a tutti e tutte

    RispondiElimina
  193. ciao anche a me va bene perche a Torino giuoca la mia squadra del cuore (ALLA faccia degli interisti) s aluto tutti /e dall anonimo Lorenzo da Cremella . ciao Mariangela scusami se non sono venuto al caffe party sara x la prossima volta

    RispondiElimina
  194. Ciao a tutti.Lorenzo va benissimo la prossima volta.Saluti a tutti

    RispondiElimina
  195. Ciao Lidio .Bella idea trovarsi a Torino,oltre ad incontrare gli amici la città merita di essere visitata.Salutissimi a tutti Mariangela

    RispondiElimina
  196. cIAO A TUTTI! ho messo altre foto su immagini 2010, qualcuna è doppia, ora devo uscire, ma più tardi provvederò a eliminarle.Buona domenica

    RispondiElimina
  197. Mi chiamo Nelly Polizzi e scrivo in nome e per conto di mia madre Giovanna Messina ( chiamata Giovannina) , in cura a prasomaso dal 1950 al 1954, dai 14 ai 19 anni. All'epoca era una delle poche ricoverate meridionali (provenienza Messina) e del lungo periodo di degenza ricorda i volti e i nomi di tanti cari amici. Eccone alcuni: GINA MANFREDI, MARIUCCIA COLLENZINI, LELLO DI QUATTRO, ZEL TAMAGNINI, EDDI GALBIATI, GIOVANNA BRAMBILLA. So che sono trascorsi più di 50 anni da allora, oggi mia madre porta splendidamente i suoi 75 anni, ma se qualcuno avesse notizie delle persone sopra elencate, sarebbe uno splendido regalo per lei. Grazie di cuore.

    RispondiElimina
  198. Ciao Nelly, ci daremo da fare per ritrovare gli amici di Giovannina.
    Un saluto a tutti, avete visto le foto di Montevecchia?, mancano quelle di Fiorenza.

    RispondiElimina